Home | IL SEGRETO news e anticipazioni | Anticipazioni Il Segreto: MATIAS costretto nuovamente a rubare da EZEQUIEL

Anticipazioni Il Segreto: MATIAS costretto nuovamente a rubare da EZEQUIEL

Alfonso e Matias - Il segreto anticipazioni
Alfonso e Matias - Il segreto anticipazioni

Di recente è entrato a far parte del cast de Il Segreto il giovane Matias (Ivan Montes): il ragazzo, inizialmente costretto dal “padre” Ezequiel (Alfredo Zamora) a derubare tutti gli abitanti di Puente Viejo, resterà in paese quando i robivecchi lo abbandoneranno. A quel punto Alfonso (Fernando Coronado), legatosi al ragazzino, cercherà in ogni modo di aiutarlo…

Che cosa succederà in seguito? Le anticipazioni indicano che anche Emilia (Sandra Cervera) proverà compassione per Matias e, intenerita dal fatto che è rimasto solo, appoggerà la decisione del marito di prendersi cura di lui. Peccato però che, nel giro di poco tempo, nella cittadina cominceranno a verificarsi dei furti e tutti i sospetti, neanche a dirlo, si concentreranno sullo straniero.

La Ulloa, visto il mormorio generale creatosi, indagherà a fondo sul suo “protetto” e scoprirà che è davvero colpevole; Matias, preso alla sprovvista, scapperà dalla locanda ma, dopo essere stato ritrovato da Alfonso, confesserà di avere ricominciato a rubare per timore che i coniugi Castañeda potessero decidere di abbandonarlo da un giorno all’altro. Il locandiere, previo accordo con la consorte, darà una seconda chanche al ragazzo a patto che, dopo aver restituito gli oggetti ai derubati, si scusi con tutti loro.

Superati i contrasti iniziali, Matias potrà finalmente adattarsi alla vita di Puente Viejo godendo anche delle lezioni del “nonno” Raimundo (Ramon Ibarra), ma presto il suo passato tornerà a fargli visita: Ezequiel, tornato in paese con gli altri due fratelli robivecchi, pretenderà infatti che il “figlio”, ormai integrato negli usi e costumi della cittadina, lo aiuti a compiere tre furti.  Il ragazzo cercherà di ribellarsi a questo comando ma, venendo minacciato a più riprese, finirà per cedere alla richiesta del “padre” e inizierà a fare delle domande per capire dove nascondono i soldi sia gli abitanti del Jaral e sia i padroni della locanda. Ezequiel tra l’altro non si accontenterà dei due ipotetici furti e, in un successivo colloquio con Matias, gli chiederà di informarsi anche sui fondi comunali di cui Pedro (Enric Benavent) dispone.

Il ragazzino, provando dei sensi di colpa per l’imminente “tradimento” che riserverà a chi lo ha accolto con tanto affetto, cercherà di far desistere il “padre” dal furto al Jaral adducendo come motivazione sia la reclusione di Aurora (Ariadna Gaya) in manicomio e sia la recente morte di Martin (Jordi Coll); il robivecchi non vorrà però affatto saperne e così Matias, temendo ripercussioni per la sua stessa vita, finirà per abbandonare l’idea di proporre Villa Montenegro come luogo nel quale rubare (al posto della proprietà dei Castro).

Fatto sta che Alfonso Castañeda comincerà ad informarsi sul conto di Ezequiel e, come confiderà a Raimundo, scoprirà che i tre ragazzi al servizio del chincagliere potrebbero non essere in realtà suoi figli: Alfonso infatti, avviando una sorta di indagine privata, nutrirà il sospetto che anche gli “scagnozzi” dell’uomo siano stati sottratti o ottenuti con dei modi poco leciti. Se le ipotesi di Alfonso fossero giusto, crollerebbe quindi l’eterno legame di riconoscenza nutrito dai giovani verso il despota Ezequiel, dato che non esisterebbe tra di loro alcun tipo di parentela.

Comunque sia Alfonso, quando i suoi dubbi saranno più che fondati, deciderà di seguire Matias e ascolterà un discorso di quest’ultimo con il padre ed i suoi fratelli, ma la situazione prenderà una piega drammatica quando il ragazzo, temendo che durante i furti qualche innocente possa farsi del male, rifiuterà categoricamente di prendere parte agli stessi; Ezequiel, indisposto dalla volontà del “figlio”, punterà un coltello contro di lui e minaccerà di ucciderlo. Il marito di Emilia, temendo che stia per accadere l’irreparabile, deciderà di intervenire in difesa di Matias e, per poco, non verrà assalito dagli altri due complici del cattivo di turno.

Alfonso, nel tentativo di difendersi, spiffererà dunque ai giovani che lo sfruttatore non è il loro vero padre e farà loro intendere che sono stati presi in tenera età; appreso questo particolare che ignoravano, Matias e i suoi “fratelli” riverseranno tutta la rabbia su Ezequiel che, dopo aver detto loro che senza il suo aiuto non sarebbero sopravvissuti, cercherà di minacciarli utilizzando un fucile. Per fortuna Raimundo, allarmato dalla sparizione del genero, riuscirà ad arrivare in tempo con la guardia civile prima che qualcuno possa essere ferito dal chincagliere (che comunque riuscirà a fuggire).

Questo rappresenterà la fine dei problemi per Matias? Noi possiamo anticiparvi che Castañeda riuscirà a trovare un’occupazione per i fratelli del ragazzo mentre quest’ultimo, potendo contare sull’appoggio di Emilia e Alfonso, si tratterrà ulteriormente a Puente Viejo; non è però detto che Ezequiel abbia rinunciato del tutto a vendicarsi di chi, raccontando la verità, lo ha lasciato senza complici per altri suoi eventuali furti…

Vi ricordiamo che tutte le notizie sulle anticipazioni italiane e spagnole de Il segreto SONO QUI.
Le trame delle puntate, invece, SONO QUI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *