Home | IL SEGRETO news e anticipazioni | Anticipazioni Il Segreto: MARIA e GONZALO, il lieto fine si avvicina

Anticipazioni Il Segreto: MARIA e GONZALO, il lieto fine si avvicina

Maria e Gonzalo, il lieto fine si avvicina - Il segreto
Maria e Gonzalo, il lieto fine si avvicina - Il segreto

Dalle anticipazioni de Il Segreto si evince che i telespettatori italiani dovranno presto salutare i personaggi di Martin “Gonzalo” Castro (Jordi Coll) e Maria Castañeda (Loreto Mauleòn). I due protagonisti lasceranno infatti il cast della telenovela nel corso della puntata 1002.

Gli spoiler indicano che si arriverà all’uscita di scena a seguito di una trama complicatissima: Leonardo (Fidel Betancurt), un impostore pagato da donna Francisca (Maria Bouzas) per uccidere Gonzalo, si presenterà a Puente Viejo e farà credere a tutti di essere il figlio di Tristan (Alex Gadea) e della misteriosa Pilar.  L’uomo arriverà nel paesello portando con sé una bara nella quale, a suo dire, è contenuto il corpo di Martin (morto a seguito di un pericoloso virus contratto a Cuba).

Le cose non staranno però effettivamente così: il falso “Tristan” vorrà estorcere più soldi alla Montenegro e le confesserà di non aver ucciso il giovane Castro. Fatto sta che, passati alcuni giorni, Maria si convincerà della possibilità che Francisca possa essere implicata nella scomparsa del marito ed i suoi sospetti aumenteranno quando, profanando la tomba di Gonzalo, scoprirà che la sua bara conteneva soltanto sabbia. La figlia di Emilia (Sandra Cervera) e Alfonso (Fernando Coronado), per appurare ciò che davvero è successo, prenderà a quel punto la decisione shock di trasferirsi alla villa.

Da qui una escalation di eventi porterà ad un drammatico confronto tra la Castañeda e la sua madrina: la “vedova” scoprirà infatti che “Tristan” è un impostore e, nel momento in cui assisterà ad un discorso tra l’uomo e Francisca, capirà che la dark lady è sua complice. La situazione si farà ancora più tesa quando Leonardo, per cercare di salvarsi da ipotetiche ripercussioni della cattivona, rapirà la piccola Esperanza. Maria, dopo aver affrontato la Montenegro puntandole contro una pistola, si farà coraggio ed andrà nel luogo scelto dal malvivente per pagare il riscatto della propria consanguinea.

Purtroppo in quegli istanti Leonardo si rifiuterà di consegnare la neonata alla madre e, per giunta, farò credere a Maria di avere davvero ucciso Martin per ordine di Francisca. L’impostore dunque, per giustificare la menzogna raccontata alla matriarca, dirà di aver cercato di estorcerle più denaro attraverso questo sotterfugio. Tale confessione raggiungerà il suo culmine quando uno sparo improvviso ferirà mortalmente “Tristan”; non sarà dunque difficile dedurre che a mettere fuori gioco il “nemico” è stata la Montenegro.

A quel punto Maria, mostrando tutto il suo astio per la madrina, impugnerà la pistola di Leonardo e, senza pensarci due volte, sparerà contro l’anziana signora!!! La Castañeda, sempre più accecata dall’odio, vorrà far partire un secondo colpo per uccidere l’odiata Francisca ma una voce maschile la interromperà prima che possa portare a termine il suo proposito.

La Montenegro avrà quindi una nuova carta da giocare contro la figlioccia: la potente signora si mostrerà affranta per ciò che ha dovuto subire e denuncerà Maria alla guardia civile accusandola sia dell’omicidio di “Tristan” e sia della sua aggressione. Tutto ciò farà da preludio ad una folle decisione della Castañeda: proprio mentre starà salutando i suoi parenti, le autorità riusciranno a rintracciare la “fuggitiva” e Francisca, presente sul luogo, prometterà a Maria di garantirle uno sconto di pena soltanto se le lascerà crescere Esperanza alla villa. L’intrepida ragazza, stanca di sottomettersi ai ricatti della “madrina”, dirà di preferire la morte piuttosto che considerare quella opzione e si butterà giù da un dirupo – sfociante in un fiume – con la figlioletta in braccio.

Fatto sta che, dopo giorni di estenuanti ricerche, i funzionari di Stato considereranno morte Maria ed Esperanza, e tutti gli abitanti di Puente Viejo si stringeranno attorno al dolore dei Castañeda. Don Anselmo (Mario Martin), dato che non saranno stati ritrovati i corpi, celebrerà un funerale simbolico in onore delle due scomparse, dopo il quale gli atteggiamenti di Emilia e Alfonso e di tutti gli abitanti di El Jaral cominceranno però ad essere contraddittori al punto tale che Aurora (Ariadna Gaya) si chiederà la ragione della tranquillità dei suoi cari nonostante il lutto subito; a distanza di pochi giorni lo stesso dubbio sorgerà anche a Matias (Ivan Montes)…

Sarà così che Emilia e Alfonso – con l’aiuto di Mariana (Carlota Barò), Nicolas (Alejandro Siguenza) Rosario (Adelfa Calvo) e Candela (Aida De La Cruz) – organizzeranno una riunione al Jaral durante la quale confesseranno ai due ragazzi una sorprendente verità: Maria, Gonzalo ed Esperanza sono ancora vivi (ecco il video).

Attraverso il racconto dei personaggi, i telespettatori scopriranno che è stato Martin ad interrompere la Castañeda prima che potesse sparare un secondo colpo a Francisca: il figlio di Pepa (Megan Montaner) ha infatti convinto la consorte a non uccidere la Montenegro per non avere un omicidio sulla coscienza e, tra le altre cose, verrà svelato che sono stati proprio i Castro a far arrivare un bigliettino anonimo a Mauricio (Mario Zorrilla) per consentirgli di ritrovare la sua signora ferita.

Dopo tutto ciò Maria, utilizzando lo stesso metodo di Fernando Mesia (Carlos Serrano-Clark), ha deciso di buttarsi dalla Gola Del Diavolo con l’intenzione di rifugiarsi in una grotta in compagnia di Gonzalo, fino all’interruzione delle ricerche. Questo escamotage ha dunque permesso ai due innamorati sia di farsi credere morti agli occhi di Francisca e sia di fuggire a Cuba.

Aurora, pur contenta per la salvezza dei suoi cari, chiederà ai parenti per quale motivo lei non li abbia potuti salutare; Conrado (Ruben Serrano), cercando di non far arrabbiare troppo la sua fidanzata, le dirà che Martin non ha potuto raggiungerla perché Puente Viejo, proprio in quei giorni, era piena zeppa di inquirenti che stavano investigando sulla morte di Melchor Jordan (Sebastian Haro). La Castro, una volta ascoltata tutta la verità, riterrà che Maria e Martin abbiano preso la decisione giusta inscenando la loro morte e si augurerà che, prima o poi, possano ritornare nel paese per riunirsi ai loro familiari.

I vari flashback per ricostruire quanto è accaduto non segneranno però la definitiva uscita di scena di Maria e Gonzalo: quando il pericolo sarà cessato, la coppia scriverà una lettera per tutti gli abitanti del Jaral. I protagonisti della telenovela assicureranno ai loro cari di essere finalmente riusciti a raggiungere la felicità sognata e li informeranno di aver trovato il vero figlio di Tristan e Pilar. La lettera in questione segnerà quindi il congedo della coppia e quindi il pubblico italiano de Il Segreto saluterà anche i loro interpreti Jordi Coll e Loreto Mauleon.

Maria e Martin, dopo oltre 600 puntate da protagonisti, lasceranno insomma spazio totalmente alle vicende di Bosco (Francisco Ortiz) e Ines (Fariba Sheikhan)…

Vi ricordiamo che tutte le notizie sulle anticipazioni italiane e spagnole de Il segreto SONO QUI. Le trame delle puntate, invece, SONO QUI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *