UN POSTO AL SOLE, anticipazioni e trame puntate dal 3 al 7 luglio 2017

CLAUDIO e SANDRO, soap Un posto al sole (foto Giuseppe D'Anna)
CLAUDIO e SANDRO, soap Un posto al sole (foto Giuseppe D'Anna)

Condividi questa notizia!

Anticipazioni settimanali puntate Un posto al sole da lunedì 3 a venerdì 7 luglio 2017: Convocata d’urgenza per un increscioso incidente al Vulcano, Silvia è tra due fuochi: da una parte Renato, che abusa della sua posizione di proprietario, dall’altro la rigida Arianna, contraria ai favoritismi. Raffaele si infuria quando Eugenio propone per il nascituro un nome diverso dal suo…

Serena decide di non assistere alla prima dello spettacolo di suo padre, suscitando un sincero dispiacere in Claudio. Ornella, con il provvidenziale aiuto di Otello, riesce a placare gli animi di Raffaele ed Eugenio, ai ferri corti sul nome da dare al nipotino…

Matteo si convince di essere in salvo, ma Marina lo esorta a non sottovalutare le mosse di Roberto e i fatti potrebbero presto darle ragione. In seguito al ferimento di Roberto, Serena intende rinunciare a partire per Roma, ma questa decisione potrebbe costarle molto cara. Mentre Rossella è in ansia per un esame universitario, Patrizio è concentrato su se stesso e su una nuova avventura che potrebbe rivelarsi la strada giusta da intraprendere…

Le recensioni sullo spettacolo di Gigi Del Colle sono negative e così Serena parte per Roma al fine di confortare il padre; il viaggio della ragazza avrà un epilogo inaspettato. Mentre Ferri recupera le forze, Marina si aspetta ritorsioni da parte del marito. Patrizio vuole partecipare al talent di cucina e chiede la collaborazione di Rossella e Vittorio. Renato vorrebbe portare Bianca e Jimmy qualche settimana al mare, ma Giulia ha paura che la cosa finisca per inasprire i rapporti tra Franco e Angela…

Mentre il clan Maiorano fa pressioni su Denis per indurlo a partire, lui e Giulia arrivano a dichiararsi i reciproci sentimenti; la loro storia, però, potrebbe non iniziare sotto i migliori auspici. Serena scrive una toccante lettera a Claudio e compie la sua scelta…

Da non perdere: diventa fan della nostra pagina Facebook su Un posto al sole. Ecco l’indirizzo: https://www.facebook.com/unpostoalsolesutvsoap/

Attenzione: hai TELEGRAM sul tuo smartphone? Se sì, iscriviti al nostro canale per essere sempre aggiornato su anticipazioni e trame delle soap opera, Un posto al sole compresa naturalmente! Ecco l’indirizzo: http://www.telegram.me/tvsoapVi ricordiamo che tutte le notizie sulle anticipazioni di Un posto al sole SONO QUILe trame delle puntate, invece, SONO QUI.


Condividi questa notizia!

10 Commenti

  1. Vedendo le prossime news e le anticipazioni, io mi sentirei di lanciare un “SOS donne di UPAS”. Non so, ultimamente non stanno dando il meglio di loro e non mi pare rappresentino al meglio quella che è la realtà del mondo femminile:

    – Viola, l’abbiamo vista recentemente nella trama della gravidanza
    – Angela, capisco sinceramente il suo trauma ma lasciare il lavoro lasciando la famiglia senza uno stipendio e pretendere una spesa altissima come quella della scuola privata mi sembra una contraddizione troppo grossa
    – Serena, la stiamo vedendo e a quanto pare la vedremo ancora pur in quest’assurda trama che la coinvolge: mi sembra senza cervello
    – Mariella, ormai più svampita che mai, più fuori dalla realtà che dentro
    – Marina, io non la sto capendo

    Ultimamente solo Giulia e Ornella mi sono sembrate lucide e determinate. Insomma, fate onore alle donne di UPAS che non possono essere così!

    • concordo in pieno!

    • Beh, non immedesimiamoci troppo in una fiction. Il motivo principale di queste incomprensibilità risiede nel fatto che gli sceneggiatori stanno rendendo sempre più non credibili le loro storie, principalmente per mancanza di fantasia, ciò che fa loro percorrere sempre gli stessi sentieri, fino a renderli stucchevoli. La storia di Marina e Roberto ormai sta sublimando il grottesco, e sembra quasi che gli sceneggiatori si stiano “divertendo” coi loro stessi personaggi. D’altra parte, era fatale che, in ossequio alla “parità” della sessualità oltre che dei sessi, abbiano finito col mescolare omo edc eterosessualità in uno stesso personaggio. E chi più ne ha più ne metta…

  2. Se fossi stata in Angela avrei accettato il lavoro d’ufficio che le proponeva la madre.

    Io non capisco perchè Viola, figlia di una dottoressa, ha fatto l’amniocentesi (test invasivo e con alcuni rischi) e non il test del dna fetale nel sangue materno (non invasivo e con zero rischi). Non credo che sia un problema di soldi dato che il test costa 900 euro.

    Sono d’accordo colfatto che le storie di Serena e di Mariella non stanno nè in cielo nè in terra!

  3. ma come è possibile che Marina finalmente moglie di Roberto e a me come coppia piacevano un sacco quando andavano d’amore e d’accordo sia completamente rincretinita per uno come Matteo che ha rubato ucciso e quant’altro e fa un po’ schifo come persona? non è ora di toglierlo di scena definitivamente? e Angela? lei può decidere di fare sempre come vuole ma Franco no come al solito? che palle signori autori…capisco che i personaggi quelli sono e che vanno movimentati ma così fate venire il mal di mare! Teresa? sempre il naso negli affari non suoi; Silvia? non è un po’ presto per avere crisi esistenziali da menopausa? io seguo Upas da un po’ di anni ma mi sto un po’ stancando, non parliamo poi del fatto che inizia sempre più tardi per delle cretinate precedenti a parte Pif e non ha mai un orario sempre fisso e uguale.

  4. Questa assurda trama, squallidistima, tra Serena e Claudio che mi sembrano, ciascuno per i suoi motivi, impazziti, deve concludersi al piu’presto e senza conseguenze:Serena mi sembra, piu’che mai, non avere una volonta’sua, sembra in balia di chi la manovra:madre, sorelle, padre, Claudio.Le donne, in generale, non stanno dando il meglio di sé in questo periodo, le donne giovani, intendo ed anche questo e’un messaggio nefasto, sopratutto per le nuove generazioni

  5. Aspettate aspettate! Il vulcano è di proprietà di Renato?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *