Home | UNA VITA trame puntate | UNA VITA, anticipazioni puntata di giovedì 19 luglio 2018

UNA VITA, anticipazioni puntata di giovedì 19 luglio 2018

HABIBA e LEONOR / Una vita
HABIBA e LEONOR / Una vita

Anticipazioni puntata 496 e 497 (prima parte) di Una vita di giovedì 19 luglio 2018:

Mauro avvisa Elena della morte di suo padre e se la prende con Ursula. La donna però lo accusa di averle rovinato l’esistenza e, quando lui la lascia sola, si toglie la vita. Habiba sembra intanto aver deciso di dire tutto a Pablo: Leonor l’ha aiutata ad affrancarsi dalla schiavitù promettendo denaro al proprietario della piantagione sull’isola. Pablo tende a crederle, non senza qualche dubbio…

Segismundo comunica ai domestici che la sua morte non è prossima come pensava, ma non riceve la reazione auspicata. Per merito di Susana, Elvira sgattaiola in ospedale e là scopre che la donna è la madre di Simon. Quest’ultimo promette alla Valverde che, una volta guarito, andrà via con lei e le chiede nel frattempo di non tornare a casa. Susana si offre di ospitarla. Teresa dice a Mauro che adotterà il piccolo Tirso insieme a Fernando e che dunque tra loro è proprio finita, poi però accusa un nuovo malore.

Celia fa la conoscenza di Michel, un aitante commerciante francese che potrebbe voler distribuire le tinte Albora nel suo Paese. Teresa apprende di aver perso il bambino che ignorava di aspettare: la ragazza è sconvolta e Fernando si rifiuta di vederla. Cayetana ne approfitta per seminare zizzania. Habiba chiede a Leonor di non coinvolgere troppo Pablo nei loro affari…

Da non perdere: diventa fan della nostra pagina Facebook su Una vita. Ecco l’indirizzo: https://www.facebook.com/unavitaofficial/

Attenzione: hai TELEGRAM sul tuo smartphone? Allora iscriviti al nostro canale per essere sempre aggiornato su tutte le anticipazioni! Ecco l’indirizzo: http://www.telegram.me/tvsoap

Vi ricordiamo che tutte le notizie sulle anticipazioni italiane e spagnole di Una vita SONO QUI. Le trame delle puntate, invece, SONO QUI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *