Home | UN POSTO AL SOLE news e anticipazioni | Un posto al sole: Tv Soap intervista VINCENZO ALFIERI (Ciro)

Un posto al sole: Tv Soap intervista VINCENZO ALFIERI (Ciro)

VINCENZO ALFIERI è CIRO a Un posto al sole
VINCENZO ALFIERI è CIRO a Un posto al sole

Oggi su TvSoap.it conosciamo meglio Vincenzo Alfieri, che a Un posto al sole interpreta da qualche anno il pugile Ciro e che avrà sempre più spazio e importanza nella vita e nelle vicende che coinvolgeranno – anche pericolosamente – Franco Boschi.

Benvenuto su Tv Soap, Vincenzo. Come sei stato scelto per interpretare il pugile Ciro?

Ho sostenuto un provino su parte e ho convinto gli autori.

Ti piace il tuo ruolo?

Ciro ha un carattere effervescente e ha un suo lato oscuro, ma in fin dei conti ha un animo buono. Io lo trovo – con tutte le sue sfumature – un personaggio positivo.

Siete simili?

Non mi somiglia e mi diverte ancora di più interpretare un ruolo cosi diverso da me!

Con chi hai legato sul set?

Un posto al sole, essendo una soap che viene girata tutti i giorni, fa capitare spesso che gli attori lavorino insieme per lunghi periodi e questo fa si che si instaurino rapporti sinceri. Gli attori “storici” sono molto disponibili e ospitali con noi giovani. Con Peppe Zarbo, in particolare, ho avuto più modo di lavorare sul set e credo che oramai ci sia un ottimo feeling, anche perché prima di girare una scena ci confrontiamo tanto per la buona riuscita della stessa. È un professionista serio e io che sono un giovane attore non posso far altro che fare tesoro dei suoi consigli.

Nella foto CIRO, ANGELA e FRANCOCome è cominciata la tua carriera?

Ho iniziato all’età di 17 anni per caso, o meglio a causa come sempre della mia curiosità. Un giorno avevo il pomeriggio libero e sono andato a seguire una lezione in una scuola di teatro. È stato amore a prima vista. Ho studiato Eduardo, Totò, Shakespeare, poi mi sono innamorato profondamente di Al Pacino (il mio idolo) e il resto poi é venuto man mano in questi dieci intensi anni. Non è stato tutto “rose e fiori” ma questa passione ha cambiato la mia persona e di conseguenza le mie scelte, la mia vita.

Progetti futuri?

Dei nuovi progetti parlo solo se c’è una ufficialità e quindi al momento posso dire che, nei mesi che verranno, Upas mi terrà impegnato per un po’ e io sono felice di ciò.

Tre aggettivi per descriverti?

Onesto, rispettoso, riservato.

Un sogno da realizzare?

Mi piacerebbe tornare a teatro e riportare in scena uno dei primi lavori che ho fatto. Lo spettacolo si chiama “I lazzari di re Nasone” e parla di una Napoli del 1799 sotto il regno di Ferdinando IV, detto re Nasone, dove appunto i lazzari del re combatterono contro l’attacco di una Francia rivoluzionaria. Io interpretai il capo lazzaro Michele Marino (detto “o’ pazzo”) e ancora oggi sono grato a Guido Palliggiano, che è venuto a mancare qualche anno fa e che è stato il primo a credere in me. Forse, se non avessi fatto quello spettacolo, ora non starei rispondendo a queste domande.

Da non perdere: diventa fan della nostra pagina Facebook su Un posto al sole e del nostro canale Telegram per essere sempre aggiornato su tutte le anticipazioni!

Vi ricordiamo che tutte le notizie sulle anticipazioni di Un posto al sole SONO QUI. Le trame delle puntate, invece, SONO QUI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *