Un posto al sole: MARINA accusata? È stata lei? Le anticipazioni

Marina / Un posto al sole
Marina / Un posto al sole

Ci siamo: già da questa settimana i telespettatori di Un posto al sole si troveranno catapultati in un’intrigante storia noir, che da ora in poi terrà banco nella soap partenopea di Rai 3 insieme all’altra storyline di punta che vede Alberto (Maurizio Aiello) e Clara (Imma Pirone) protagonisti.


Leggi anche: UN POSTO AL SOLE, anticipazioni puntata di martedì 27 luglio 2021


Tutto inizierà giovedì 20 febbraio: dopo aver cercato invano di sistemare le cose visto il danno arrecato alla sua immagine da Sebastiano (Antonio Ferrante), Marina (Nina Soldano) cercherà il confronto diretto ma si troverà coinvolta in quello che le anticipazioni ufficiali definiscono “un evento tragico e inatteso“.

Un posto al sole: tutte le nostre news anche su Instagram (entrando da QUI). Seguiteci!

Da questo “evento tragico” scaturirà una possibile responsabilità della Giordano e la donna non riuscirà a dissipare i dubbi sul suo ruolo in quanto sta per succedere, tanto che un vendicativo Alberto Palladini (Maurizio Aiello) non si farà mancare l’occasione per sparare fango sull’imprenditrice.

Come proseguirà la faccenda? Marina inizierà a fare con se stessa delle ipotesi riguardo a ciò che è accaduto veramente, mentre Roberto Ferri (Riccardo Polizzy Carbonelli) riuscirà a mettere insieme molti tasselli del puzzle e a capire il motivo della fine del rapporto d’amore tra la stessa Marina e Fabrizio Rosato (Giorgio Borghetti).

A proposito di quest’ultimo, il suo nome compare ancora negli spoiler delle prossime settimane e quindi l’uomo d’affari è ancora nel cast di Upas. Chissà se si potrà dire lo stesso per “qualcun altro”…

Da non perdere: diventa fan della nostra pagina Facebook su Un posto al sole, del nostro account Instagram e del nostro canale Telegram per essere sempre aggiornato su tutte le anticipazioni!

Vi ricordiamo che tutte le notizie sulle anticipazioni di Un posto al sole SONO QUI. Le trame delle puntate, invece, SONO QUI.