Home | UN POSTO AL SOLE news e anticipazioni | UN POSTO AL SOLE, anticipazioni dal 27 al 31 luglio 2020

UN POSTO AL SOLE, anticipazioni dal 27 al 31 luglio 2020

MARIELLA (Antonella Prisco) / Upas
MARIELLA (Antonella Prisco) / Upas

Anticipazioni settimanali puntate Un posto al sole da lunedì 27 a venerdì 31 luglio 2020:


Leggi anche: UNA VITA, anticipazioni puntata di sabato 15 e lunedì 17 agosto 2020


La caccia a Tregara continua, intanto la confidenza tra Eugenio e Susanna non fa che crescere e qualcuno inizia a sospettare che tra di loro possa essere nato qualcosa. Rossella e Silvia, sotto pressione per motivi differenti, entrano in forte conflitto e così la madre ha modo di riflettere su molte cose. Proprio quando tutti gli ostacoli per il matrimonio di Guido e Mariella sembrano essere superati, spunta una nuova e insidiosa minaccia…

Marina non sa se assecondare l’invito di Fabrizio o ascoltare Roberto Ferri. Filippo, messo in crisi dalle parole del padre, ha un confronto molto intenso con Serena, che va oltre la messa in discussione del futuro strategico della società di chartering. Susanna si sforza di reprimere i sentimenti che la turbano, ma Alberto sembra deciso a sfruttare a suo favore la casuale scoperta di una clandestina e sospetta complicità.

Filippo e Serena sono sempre più lontani tra loro. Roberto affronta Marina in un confronto che si rivelerà ricco di colpi di scena! Alberto cerca il punto debole di Nicotera. Dopo aver incitato Renato a fare pace con Susanna, Giulia cerca rifugio in programmi tv di dubbio livello…

Un posto al sole: tutte le nostre news anche su Instagram (entrando da QUI)

Per Guido e Mariella è finalmente arrivato il giorno più bello, ma qualcosa non va come doveva. Eugenio mette ancora il lavoro al primo posto e Viola sembra patire sempre di più la distanza che si è creata con il marito. Scoppia una nuova tensione tra Roberto e Marina; quest’ultima sembra ora decisa ad andare avanti per la sua strada.

La vendetta di Bice su Patty e Sergio si consuma inesorabile. Ha luogo finalmente il matrimonio di Guido e Mariella, che viene festeggiato da amici e parenti. Susanna ed Eugenio hanno un confronto delicato e dall’esito spiazzante. Supportata da Ornella, Rossella deve affrontare un esame in apparenza semplice; qualcosa però potrebbe non andare come auspicato…

Per restare aggiornati su questo argomento, seguiteci su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto con la “stellina”.

Da non perdere: diventa fan della nostra pagina Facebook su Un posto al sole, del nostro account Instagram e del nostro canale Telegram per essere sempre aggiornato su tutte le anticipazioniVi ricordiamo che tutte le notizie sulle anticipazioni di Un posto al sole SONO QUI. Le trame delle puntate, invece, SONO QUI.

21 Commenti

  1. Alberto avrà quindi in pugno Eugenio. Bella mossa da parte di Palladini. Voglio proprio vedere come l’avvocato affronterà questa storia dove lo vede impegnato su più fronti. Prevedo un periodo molto scuro per Viola,che se verrebbe a sapere da parte di Alberto la vicinanza di Susanna al marito,potebbe creare tensione anche alle famiglie Poggi/Giordano.

    La frase: Susanna ed Eugenio hanno un confronto delicato e dall’esito spiazzante.

    è molto ambigua,chissà cosa succederà.

  2. Posso capire che Susanna sia affascinata da Nicotera, ma che Nicotera si prenda una sbandata per Susanna no! Certo, lei lo capisce e ammira, e invece con Viola ci sono tensioni, ma Eugenio non può (s)cadere così…

  3. Certo è che se Viola lo venisse a sapere sarebbero guai.

    • Non so quanti di voi condivideranno la mia opinione,ma Viola che, per copione, sta degenerando in modo assurdo, onde gettare Eugenio tra le braccia di Susanna, mi è intollerabile! Non credo proprio che Eugenio si lasci andare ad una relazione clandestina con Susanna, sebbene non vada mitizzato, poiché, alla fin fine, è pur sempre un essere umano che ha bisogno di serenità e comprensione, che, in Viola, non trova più.Il Palladini che, pur nei guai fino al collo, pensa di ricattare Eugenio, offre, ancora una volta, la dimostrazione della meschinità del personaggio, che io, (da stupida, devo dire) ero incline a credere sulla via della redenzione.Comprendo anche Susanna, del resto, Pascal diceva che ” Il cuore ha le sue ragioni che la ragione non può comprendere”:Credo che non ci sarà spargimento di sangue, comunque, ma non sono sicura che il matrimonio tra Niko e Susanna si celebrerà:ho avuto la sensazione che Susanna, fin dal suo primo apparire, fosse un personaggio a s cadenza, non ricorrente, ma spero di sbagliarmi!

  4. Concordo con tutti voi! Viola poi in questo momento non mi sta piacendo per nulla, però Nicotera se si infatuasse di Susanna scadrebbe veramente nel ridicolo!
    Cmq questa cosa che Alberto forse terrà in pugno Eugenio mi perplime… Alberto non vuole proprio redimersi allora?

    • Però Alberto è la vittima,lui è stato costretto a portar via tregara, e poi non ha mai accettato nulla da lui,quindi eventuali accanimenti contro di lui da parte di Nicotera sono illeggitimi.

      • Vero, però tacendo si fa cmq complice in certo qual modo del boss…

      • Alberto non è la vittima. Clara è la vittima. Il modo in cui Alberto ha trattato Clara e il fatto che abbia accettato un lavoro sapendo che è stato raccomandato da un boss, non lo pone in posizione di vittima. Il fatto poi che non racconti la verità e collabori con la giustizia, lo rende un colluso. Nella vita si hanno sempre scelte. Fra l’altro sta facendo per l’ennesima volta la parte del meschino e del codardo. Per quanto riguarda Nicotera, se si farà ricattare da Alberto e se inizierà una tresca con Susanna (veramente vomitevole, insulsa e inutile), ne uscirà distrutto come personaggio e perderà ogni credibilità e rispetto. Credo fermamente che questa non sia la direzione degli autori.

        • Sasha, concordo pienamente:la vita è una scelta continua e Alberto, pur provato dall’ultima carcerazione subita da innocente,vittima non è. In passato, ha avuto varie opportunità per rimediare ai suoi errori e non dimentico che tentò di raggirare perfino il nipote Sandro, figlio della sorella defunta, circuendolo con le memorie , foto e video della di lui madre, in combutta con Veronica Viscardi! Clara è la vittima, anche della madre, pur animata dalle migliori intenzioni, e ancora ignara del cataclisma che sta per diventare la sua vita, pur se Alberto le resterà accanto.Il fatto, poi, che Alberto, nei guai fino al collo, pensi di ricattare Eugenio, fa comprendere che il raggiro, l’intrigo e la menzogna sono elementi essenziali della sua indole.

  5. tutti contro viola, dunque? cerchiamo di vederla con più filosofia. in fondo sono mesi che ci lamentiamo del suo personaggio che non ha più niente da dire, infantile, cocca di mamma e papà, meridionale che non riesce a integrarsi al nord. che si stia preparando una sua rinascita invece? un rumor parla di un suo prossimo incontro con una vecchia conoscenza, se è un uomo può essere la sua futura storia d’amore. e allora ciao ciao eugenio! con tutti i tuoi problemi di un lavoro pericoloso. è difficile trovare una donna che accetti di stare sempre con il fiato sospeso, specie se ha un bambino piccolo da crescere. non mi dite che lo sapeva. prima di tutto non è la stessa cosa solo immaginare un certo tipo di vita e invece viverla quotidianamente. poi lei ha comunque sempre preteso che il marito trovasse un lavoro più sedentario. alla fine è anche colpa di lui se lì per lì ha accettato e poi si è fatto venire la nostalgia! a questo punto, non subito ma fra qualche tempo, susanna andrà benissimo, hanno le stesse passioni e la stessa visione della vita.

    • Ciao Anna! Io parto da una considerazione che salta agli occhi di tutti, credo:Viola h quasi 40 anni; ho sempre sostenuto che la differenza di età, tra due persone che si amano, non conta, anche perché ognuno di noi avrà conosciuto, penso, coppie che si sono separate ed erano di pari età, classe sociale, avevano le stesse aspirazioni e gli stessi obiettivi.Viola tornerebbe in famiglia stando a Napoli, e intendo nella stessa casa dei genitori:scusa, Anna, ma io lo troverei assurdo, francamente, perché lei è una donna ” fatta”, come si dice in Veneto, non la ventenne senza esperienze, lasciata sola con un figlioletto !Ricordo che rifiutò una supplenza, su consiglio di Ornella, perché la scuola era in un quartiere non proprio upper class; tanti anni sono passati, da allora! Mi meraviglio anche di Ornella che non spinge la figlia all’autonomia, ma la sollecita , quasi, a tornare al nido!Non mi pare nemmeno che stia rinunciando a chissà quale carriera, visto che Face a la guida turistica anche a Torino, dove mi sembra impossibile che non abbia saputo crearsi nemmeno un’amicizia, una rete di conoscenze ! Ho avuto, nel corso degli anni, molti colleghi meridionali che si sono ambientati benissimo, qui al nord e tornavano alla città natale durante le vacanze estive, a Natale e a Pasqua. Oggigiorno, poi, Viola potrebbe passare i fine settimana a Napoli, con tutti i voli disponibili.È la trama che è così scoperta, secondo me, ad essere poco allettante perché prevedibile:da una parte, Susanna ed Eugenio che si avvicinano, dall’altra, Viola che si allontana da Eugenio ed incontra una vecchia conoscenza che, in qualche modo, la farà deviare su di un percorso nuovo ma portatore di incognite.Scommettiamo che poi succederà qualcosa che riporterà insieme il bel magistrato e sua moglie? Ovviamente, posso sbagliare alla grande!

      • ma certo, clelia, tutte le critiche che fai al personaggio sono le stesse che facciamo da mesi, come ho detto io, e su cui siamo ormai tutti d’accordo. quello che volevo dire è che, se la storia continuasse su questi binari, magari con una riappacificazione, o, come auspichi tu, con una maturazione psicologica da eterna figlia di famiglia a donna fatta che si assume le sue responsabilità, il personaggio di viola continuerebbe ad essere “morto lì” senza più niente da dire. rimarrebbe confinata lì a torino, magari perfettamente integrata (lo so che si può fare!) magari con un suo lavoro gratificante e con una bella cerchia di amicizie, ma poi? nell’economia della soap a che servirebbe? solo per qualche rimpatriata ogni tanto, bella felice e contenta e senza problemi da raccontare in famiglia? mah! alla fine non ci resta che aspettare per vedere cosa vogliono farci di questo personaggio per renderlo più interessante. certo, se volessero continuare con la vecchia storia di corna, come si sta delineando, hai perfettamente ragione a dire che è scoperta e quindi poco allettante, però…non si sa mai, a volte gli autori ci sorprendono (va beh, raramente…)

        • Hai ragione, Anna:io stessa, tempo fa, scrissi che il personaggio di Viola ha ancora molto da dare e, in effetti, ancora lo penso; come penso che, in qualche modo, le sue vicende incroceranno anche quelle del Palladini e di Clara, con quali conseguenze non riesco ad immaginare, ma spero che siano eventi coinvolgenti ma reali!

    • Anche se hanno in comune lo stesso amore per la giustizia e la determinazione, Eugenio e Susanna non sono una coppia ben assortita ne sono interessanti nel lungo periodo ai fini delle Trame. Le persone si uniscono a chi li compensa. Viola (nonostante la sua irrazionalità ed emotività del momento) rimane ancora l’altra metà di Eugenio. Fra l’altro una tresca fra Eugenio e Susanna distruggerebbe il personaggio di Eugenio in modo irrimediabile. Non credo si vada su questa direzione.

  6. Mi sto chiedendo: quale può essere questa vecchia conoscenza di Viola? Scheggia forse? Ricordo che se non fosse”riapparso” il magistrato lei era sul punto quasi di cedere a Scheggia… E sinceramente a me non sarebbero dispiaciuti come coppia, anche perché lui mi ricordava un po’ l’Andrea dei primi anni, mentre la coppia Viola-Eugenio non mi è mai piaciuta molto, li ho visti sempre troppo “distanti” e non solo per la questione età… In ogni caso non mi piacerebbe neppure la coppia Susanna-Eugenio, perché per quanto i due condividano la stessa passione per la magistratura, anche Susanna la vedo un po’ ancora come una ragazzina acerba, non so, ma accanto a Eugenio vorrei vedere un altro tipo di donna, carismatico, energico!

    • la landolfi, per esempio?

      • A me, Scheggia piaceva, soprattutto dopo il positivo cambiamento dovuto al nuovo ruolo di responsabilità, ma è svanito nel nulla e il personaggio della Landolfi (che pure apprezzo), mi sembra troppo simile ad Eugenio, perché, tra loro, scocchi la scintilla.E poi, abbiamo visto che la ” vecchia conoscenza”era il simpatico Tiziano, pertanto la trama evolverà come nemmeno immaginiamo!

        • hai ragione, che delusione! è vero, anche a me piaceva scheggia, ma era troppo “ragazzino” allora per reggere una storia d’amore seria, secondo me.

          • Sì, allora Scheggia era troppo ragazzino, per reggere una storia d’amore seria; poi, ebbe un’altra delusione da Chiara, la ragazza di Nunzio e poi è evaporato! Chissà se tornerà. ..

    • Eugenio non ha bisogno di una donna energica. Questa è una concezione influenzata dalla forma mentale di molti ma in realtà ha poco a che vedere con il personaggio Nicotera. E’ necessario analizzare i personaggi per quello che esprimono, liberati dalle concezioni personali dello spettatore. Eugenio ha bisogno di una persona che lo compensi, di un focale, di calore. Lui stesso ha detto più volte che ha paura di inaridirsi e che desidera una famiglia. Viola e la sua famiglia sono ciò di cui ha bisogno. Con loro può tirare fuori il Gegè che c’è in lui e che tiene nascosto per pudore e dovere. Quando Scheggia è apparso nella vita di Viola a corteggiarla, Viola e Eugenio erano già insieme da mesi; dai tempi dell’incidente ad Ornella. Viola non ha mai preso in considerazione Scheggia ne mai “stava per cedere”. Lui ha provato a baciarla e lei ha subito messo in chiaro che amava Eugenio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *