Home | UNA VITA trame puntate | UNA VITA, anticipazioni puntata di martedì 19 giugno 2018

UNA VITA, anticipazioni puntata di martedì 19 giugno 2018

URSULA - Una vita anticipazioni
URSULA - Una vita anticipazioni

Anticipazioni puntata 468 e 469 (prima parte) di Una vita di martedì 19 giugno 2018:

La polizia conclude che Mauro si è ucciso e Teresa si sente in preda ai sensi di colpa; Fernando si dimostra comprensivo nei suoi confronti e decide di lasciarle il tempo necessario ad elaborare il lutto. Intanto Cayetana è gelosa quando vede Fabiana consolare in modo materno Teresa.

Elvira prende in giro il padre, convincendolo a lasciarla andare dalla zia moribonda insieme a Simon. Susana cerca di intimidire il ragazzo, rivelandogli i suoi sospetti sulla sua relazione con la giovane Valverde…

Celia decide di stare accanto a Felipe, triste per la morte di Mauro, ma Consuelo teme che la figlia possa tornare sui propri passi. Intanto Ursula chiede a Cayetana un consiglio su una persona priva di scrupoli che possa “sistemare una certa faccenda”; in cambio lascerà perdere il fatto che Fabiana è stata risparmiata…

Le domestiche decidono di falsificare il preventivo dell’ascensore per cacciare Servante dalla soffitta. Rosina è furiosa con Pablo perché, secondo lei, non ha saputo prendersi cura di Leonor. Le ricerche della polizia non hanno ancora dato alcun esito. Teresa, seppur distrutta per la morte di Mauro, chiede al suo fidanzato di non annullare le nozze. Ursula e Cayetana parlano con Fernando del problema agli occhi di Tirso e gli dicono che il bimbo è destinato alla cecità…

Da non perdere: diventa fan della nostra pagina Facebook su Una vita. Ecco l’indirizzo: https://www.facebook.com/unavitaofficial/

Attenzione: hai TELEGRAM sul tuo smartphone? Allora iscriviti al nostro canale per essere sempre aggiornato su tutte le anticipazioni! Ecco l’indirizzo: http://www.telegram.me/tvsoap. Vi ricordiamo che tutte le notizie sulle anticipazioni italiane e spagnole di Una vita SONO QUI. Le trame delle puntate, invece, SONO QUI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *