Home | UN POSTO AL SOLE trame puntate | UN POSTO AL SOLE, anticipazioni puntata di lunedì 27 gennaio 2020

UN POSTO AL SOLE, anticipazioni puntata di lunedì 27 gennaio 2020

Un posto al sole: ERIK TONELLI / Leonardo Arena (Foto da Facebook)
Un posto al sole: ERIK TONELLI / Leonardo Arena (Foto da Facebook)

Anticipazioni puntata 5426 di Un posto al sole in onda lunedì 27 gennaio 2020:

Fabrizio Rosato (Giorgio Borghetti) tenta di riconquistare Marina (Nina Soldano)…

Filippo (Michelangelo Tommaso) ha trovato Serena (Miriam Candurro) e Irene (Greta Putaturo) con Leonardo (Erik Tonelli), così la sorpresa che voleva fare a moglie e figlia si trasforma in una doccia gelata…

Raffaele (Patrizio Rispo) ha paura che Renato (Marzio Honorato), abbandonato prima da Nadia (Magdalena Grochowska) e poi da Otello (Lucio Allocca), sia destinato a una pericolosa depressione…

Un posto al sole: tutte le nostre news anche su Instagram (entrando da QUI). Seguiteci!

4 Commenti

  1. Leonardo che dice che va a Napoli perché gli manca il mare proprio non si può sentire! Mi risulta che in Toscana ci sia un mare bellissimo lungo tutta la costa, e San Miniato in provincia di Pisa non è distante dal mare! Giustificare poi la sua presenza sullo stesso volo di Serena e per giunta accanto di posto come un frutto del caso, è un insulto all’intelligenza tale che avrei spento la tv! Certo, uno una mattina si alza, si trova per lavoro a Berlino, e poi pensa, sai che faccio, vado a Napoli! ho continuato la visione concentrandomi su Serena e soddisfatta per ora del fatto che era infastidita dalla presenza di Leonardo esattamente quanto me. il personaggio di Leonardo è insulso e non me ne vogliate autori, ma continuate a scrivere per lui una pessima sceneggiatura. Il rimpianto per il Tommaso vero nel frattempo non fa che crescere, lui, altro che mare di Napoli, ne aveva di sale in sé!

  2. Nola, non ho parole per esprimere , a mia volta, la delusione che un po’tutta la trama, sinceramente, ha ispirato a me, dall’arrivo della lettera del sedicente avvocato, dal Messico; sui dialoghi di ieri sere, poi,stendo un pietoso velo.Abbiamo capito che si vuole separare, non so se temporaneamente o definitivamente, questa coppia e pare che la trama sia molto lunga, quindi, prevedo che, comunque, questo Leonardo si insinuera’nella vita di Serena, forse proponendole una qualche collaborazione che Filippo vedrà, ovviamente, come il fumo negli occhi e, da quanto ho letto, lo trasformerà in stalker. Quindi, dopo Diego, dovremo sorbirci anche Filippo che va fuori di testa! Siamo al 6,4%, tanto per capirci, ma chi di dovere non vuol capire e io non so più che dire.Il personaggio di Leonardo dovrebbe personificare la trasgressione, presumo, il” bello e dannato”; per me, riesce a sembrare solo un po’squinternato,a meno di non so quali altri colpi di scena.

  3. Casualmente l’azienda di famiglia di Leonardo esporta vini a proprio a Berlino. Poi sempre casualmente per tornare in Italia prende un volo diretto a Napoli (invece che a Firenze o Roma) per vedere il mare. Perche’, il mare non c’e’ in Toscana? E poi sempre casualmente sullo stesso volo c’e’ anche Serenella. E poi ancora casualmente ha il posto a sedere vicino a quello di Serena.
    Forse ho usato un po’ troppe volte la parola “casualmente”???
    Nola e Clelia, scusate se ripeto quello che gia’ voli avete esplicitato, ma non potevo farne a meno.
    Un “casualmente” ci poteva stare, ma non cosi’ tanti tutti insieme.
    E come dici tu nola, “e’ un insulto all’intelligenza degli spettatori”. si proprio cosi’.

  4. Cara Jo, ” casualmente” ho appena letto il tuo commento ma rispondo” volontariamente”! Mamma mia, pare proprio che ” casualmente” vedremo disegnare un triangolo e la cosa andrà avanti per molto tempo:diventasse un quadrato, almeno, perché non so se reggero’ad assistere alla disperazione di Filippo che, a quanto ho letto”non sarà in grado nemmeno di fare le cose più semplici”. Ho la sensazione che Serena andrà a cacciarsi, anche lei, in un raggiro, perché, adesso, Leonardo sa che lei dispone di un capitale suo e vorrà unire l’utile al dilettevole. Non so più che dire…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *