Home | UN POSTO AL SOLE news e anticipazioni | UN POSTO AL SOLE, anticipazioni puntate dal 30 marzo al 3 aprile 2020

UN POSTO AL SOLE, anticipazioni puntate dal 30 marzo al 3 aprile 2020

Lello Giulivo / padre di Clara Upas
Lello Giulivo / padre di Clara Upas

Anticipazioni settimanali puntate Un posto al sole da lunedì 30 marzo a venerdì 3 aprile 2020:

La vita di Marina viene messa seriamente in pericolo dalla sua vecchia amica Gabriella, mentre Ferri cerca di salvarla. Niko e Susanna, sempre più intenzionati ad aiutare Eugenio, devono riuscire a convincere il loro assistito a collaborare con la giustizia. Nonostante i tentativi di Giulia di tenerla a distanza, tra lei e la cagnolina della Terrazza si sta instaurando a sorpresa un rapporto davvero speciale…

Mentre le indagini sul clan Tregara proseguono coinvolgendo anche Niko e Susanna, per Viola è sempre più complicato gestire la lontananza da Eugenio e il pericolo che la sua famiglia sta correndo. Giulia discute con Franco e Angela sulla gestione della cagnolina, ma intanto si scopre il motivo della sua avversione per la bestiola.

Prossimo alla partenza per un viaggio di lavoro, Leonardo fa un’inaspettata proposta a Serena. La scelta dei testimoni per il matrimonio si rivelerà tutt’altro che semplice per Guido e Mariella.

Un posto al sole: tutte le nostre news anche su Instagram (entrando da QUI)

Dispiaciuta per la freddezza di Filippo, Serena è in crisi e non sa se accettare l’invito di Leonardo a raggiungerlo in Sicilia. Dopo aver chiesto a tutti i loro amici a far loro da testimoni, Guido e Mariella capiscono di aver combinato un bel guaio…

Niko e Susanna fanno il possibile per convincere Avella a collaborare con la giustizia. Eugenio cerca di riportare un po’ di pace nella sua famiglia. Mariano Tregara ha dei nuovi piani. Filippo e Roberto hanno un aspro scontro sul lavoro. Serena deve fare i conti con la sua nuova vita e affrontare la solitudine a cui le sue scelte l’hanno portata.

Da non perdere: diventa fan della nostra pagina Facebook su Un posto al sole, del nostro account Instagram e del nostro canale Telegram per essere sempre aggiornato su tutte le anticipazioniVi ricordiamo che tutte le notizie sulle anticipazioni di Un posto al sole SONO QUI. Le trame delle puntate, invece, SONO QUI.

27 Commenti

  1. 1) Leonardo si vuole portare in Sicilia Serena? Ben venga!!!!

    2)La storia Marina/Rosato è cominciata bene ma sta proseguendo male, hanno rovinato una storyline che dal mio punto di vista,poteva davvero creare del suspence. Spero che in futuro ci sia un colpo di scena che riesca a risistemare la situazione.

    3)Storia di Nicotera: Trama cominciata benissimo spero non faccia però la stessa fine di quella citata prima.
    Ho notato che Tregara è informato su molte cose su Eugenio: l’attentato che ha subito anni fa, la sua famiglia, il trasferimento a Torino e persino dove abitano i suoceri. Nelle anticipazioni si parla dei suoi nuovi piani, chissà cosa avrà in mente, qualcosa di grosso sicuro, forse vorrà uccidere Avella prima che si decida a collaborare.
    Non ho idea se succederà qualcosa prima delle sospensione delle riprese.

  2. Dal 3 aprile solo repliche. Fin quando non si sa ancora.

  3. Se Leonardo si portasse Serenella e lei decidesse di rimanerci anche in Sicilia farei festa! Son troppo cattiva? Purtroppo non la sopporto più, ora mi viene anche da sorridere che lei si lamenti della freddezza di Filippo nell’apprendere che potrebbe andare in Sicilia col pusher, dovrebbe fare festa? Lo pretende proprio lei che per la skipper scatta come una molletta al solo pensiero? E poi deve fare i conti con la solitudine dovuta alle scelte fatte? Beh, ha fatto e disfatto tutto lei! Da che poteva aver ragione da vendere quando Filippo l’ha tradita con Viviana al passare per una bambina capricciosa…boh! Non la comprendo! Poi non è lei che si lamenta in continuazione perché ha un b&b che le prende troppo tempo manco fosse un’industria da mandare avanti, però il tempo per una vacanza in Sicilia con Leonardo lo troverebbe! In tutto questo Irene starebbe col padre mi auguro! Stendiamo un velo pietoso che di questa trama non se ne può più da tempo!
    L’aspro confronto lavorativo tra Filippo e Roberto invece potrebbe riguardare nuovamente la cessione delle quote di Serena?
    Sinceramente, da questo punto di vista è vero che senza la liquidità di Serena forse il chartering non sarebbe potuto partire, o meglio, sarebbe cmq partito ma con spese maggiori legate a mutui e finanziamenti, però stante l’attuale situazione la proposta di Roberto, dal punto di vista affaristico ovviamente, non è sbagliata: Serena del chartering se ne interessa meno di zero (pantomima per la skipper a parte), fondamentalmente non ci ha mai creduto perché voleva il suo b&b, Ferri rileverebbe le sue quote al valore attuale quindi lei ci guadagnerebbe pure non poco, perché Filippo è così contrario? Perché forse è un appiglio per tenere ancora legata a sé Serena?

    Questione Marina/Rosato, concordo con te Frank, iniziata bene, finita male. Peccato! Aveva del buon potenziale…

    Sulla vicenda camorristica anch’io spero prosegua bene, perché per ora sta mantenendo le aspettative. Sul fatto che Tregara sia ben informato su Eugenio credo sia il minimo. La triste realtà della mafia e dei vari attentati che magistrati italiani hanno subito, hanno sempre dimostrato che i mafiosi non lasciano nulla al caso e tutto sanno di chi li combatte con onestà e pervicacia…
    Cmq trovo conferma in queste anticipazioni sulla mia teoria che Oloferne è Tregara e il traditore potrebbe essere proprio lo scagnozzo assistito da Niko e Susanna, ma penso fosse inevitabile la cosa, altrimenti non si sarebbe potuto giustificare l’intreccio dei personaggi coinvolti.
    A questo punto essendo che questo si è addossato falsamente la responsabilità dell’omicidio stradale di Cipriani, credo emergerà anche Alberto già legato alla vicenda per via di Clara e qui aspetto al varco gli autori. Sono troppo curiosa di capire cosa hanno riservato per il nostro Palladini!

    • Il nostro Palladini è imbattibile (anche immortale,ce ne ha prese più di Franco). E’ stato capace di risollevarsi tantissime volte, dalle peggio situazioni. Ferri e Marina non ne sarebbero capaci. Quindi spero che per Alberto ci sia un futuro migliore del suo recente passato.

    • giusto! lo scagnozzo è perfetto come probabile traditore! non ci avevo pensato. e allora è lui il trait d’union fra tregara e susanna e niko

  4. Ciao, Frank! Non so se Serena andrà in Sicilia:le anticipazioni parlano di un senso di solitudine che Serena proverà, a causa delle sue scelte, quindi non capisco che evoluzione si voglia dare alla trame.Quanto alla storia di Nicotera, molto avvincente, entrambi abbiamo un brutto presentimento ma ho la sensazione che non si concretizzerà nell’immediato futuro, perché sono convinta che altri personaggi, oltre Niko e Susanna, entreranno in campo a rendere ancora più difficile una situazione già
    drammatica.Tu hai ipotizzato l’assassinio di Avella per mano di Tregara, io dubito che Avella accetti di collaborare, ma posso essere in errore, ovviamente.Credo che sarà una trama lunga e molto articolata che, come già scritto, coinvolgerà mezzo cast ed anche questo mi fa pensare ad una fine drammatica, forse per più di un personaggio.
    La storia Marina-Rosato mi auguro entri, adesso, nel vivo, perché mi sembra che ci sia qualcosa di dirompente, come causa di un omicidio (di Sebo) e il tentativo di omicidio di Marina! Gandharva, io spero che ci venga almeno ventilata una possibile data di ripresa, altro non so dire.

    • Concordo anche io sul fatto che dovremo aspettare molto tempo prima che si concretizzino le scene “fatali” della storyline, io penso che con la situazione di ora…Ottobre/Novembre minimo, purtroppo.

  5. Serena anche nell’ultima puntata in cui l’abbiamo vista confidarsi con Giulia ha continuato a mostrarsi ottusa, si lamenta sempre di Filippo accusandolo di distrarsi con la skipper con l’intenzione poco celata di farlo apparire come padre degenere ma omette di dire a Giulia il particolare significativo della sua tresca con Leonardo, con il quale è vero che non ha “consumato” ma, da quello che mostrano, secondo me traspare un suo forte coinvolgimento sentimentale maggiore di quanto Filippo abbia per le sue scappatelle. Ma lei continua a dipingersi come la vittima innocente. Ho registrato inoltre che mentre Serena non perde occasione di mettere in cattiva luce Filippo ogni volta che si sfoga, al contrario Filippo la difende sempre davanti al padre ed ha evitato di prendere misure che avrebbero compromesso di più la situazione, Serena sta giocando invece tutta spostata in avanti, in attacco. Dove sta quindi il vero amore? Questa trovata degli autori della partenza di Leonardo per la Sicilia per motivi dii lavoro spero che sia l’escamotage per rompere e dividere la coppia, mi auguro anche definitivamente, dal momento che non ha incontrato il favore del pubblico.

    • Ti appoggio su tutta la linea! Per non parlare anche delle smorfie da faccia appesa che fa sempre lei in presenza di terzi! L’ha fatto durante la riunione-colloquio della skipper (dove ha fatto una figuraccia oserei dire colossale) e anche quando Filippo è arrivato a casa durante il colloquio di Clara.
      Poi voglio anch’io sostenere il fatto che tradimento non è solo quando due “consumano”. Filippo l’ha tradita a Tenerife e ha sbagliato alla grande, però mentre lui ha cercato in ogni modo il perdono e di dimostrarle il suo amore e lei si era appena confidata con Giulia dicendo che non sapeva come rimettere insieme il matrimonio, dopo mezz’ora era già sulle scale del b&b a pomiciare duro con Leonardo, interrotti solo dall’arrivo di una ospite… La “consumazione” di Filippo con la skipper invece non la considero, essendo avvenuta a separazione decisa… Poi fa la piccata perché lui esce in barca con Cristiana, ma lei per prima ha detto a Leonardo di non voler rinunciare a lui e gli ha proposto di incontrarsi fuori dalle mura di palazzo Palladini, quindi Serenella non sa proprio dove sta di casa la coerenza! Proposta che gli ha fatto dopo richiesta di Filippo, perché Cenerentola non si faceva problemi a far entrare e uscire il caro pusher a qualsiasi ora del giorno e della notte da casa di Filippo senza troppe remore…

      • oh yes!!! Appoggio anch’io! Stasera mi è piaciuto molto Eugenio, per come ha tenuto testa ai suoceri, a difesa delle proprie posizioni. Devo riconoscere che fino ad ora Eugenio è uno dei pochi personaggi sempre coerenti, che non commette passi falsi, nè nell’ambito del suo lavoro, nè in quello dei sentimenti, perché il suo amore per Viola non è in discussione: lo dimostra la tenera pazienza che lo sorregge ogni volta di fronte a qualche immaturità di troppo di Viola. C’è una differenza di età che si nota tra i due, che la si ravvisa non tanto sull’aspetto fisico, ma proprio nel comportamento e nell’approccio diversificato che hanno di fronte ai problemi. Eugenio ha una visione sempre più completa che raccoglie anche quella della moglie, a Viola invece sfugge il dato d’insieme, lei si fissa su un unico punto di vista: quello del suo ruolo nella vita del marito.Sono costruite abbastanza bene le dinamiche di questa coppia, ma soprattutto ripeto è Eugenio che convince, grazie anche all’interpretazione dell’attore, portato per questa parte.

  6. Vedo male Susanna.

  7. Ci sta un altro Frank che ha il mio stesso nickname

  8. Frank, ma quanti siete??

    • 2 ora… io sono Frank originale quello che tutti conoscete, però ce ne sta un’ altro. Se non sbaglio anche a te è successo la stessa cosa.

      • Secondo me c’è qualcuno che ogni tanto si diverte a creare scompiglio, anch’io ne so qualcosa. Vorrei dire a questo “qualcuno” che il giochino del guastafeste non è divertente. Per favore, non inquiniamo uno spazio che fino ad ora è rimasto piacevole da frequentare per tutti. Un abbraccio.

      • si, infatti! 🙁

  9. Sapete cosa mi viene in mente? Che si sia voluta rendere non più sopportabile la coppia Sartori, soprattutto Serena (e detto da me, che ero sua fan è tutto dire) proprio in vista di una loro lunga separazione sentimentale, dal momento che,approssimandosi una trama a forte impronta camorristica, gran parte del cast sarà in questa coinvolta.e insisto nella convinzione di un evento funesto, se non più d’uno, purtroppo.A Nola, vorrei dire che concordo sull’accurata analisi psicologica da lei scritta sulla coppia Viola-Eugenio, ma non credo che la modalità molto egocentrica di Viola nell’affrontare una problematica di coppia sia dovuta all’età, perché, facendo bene i conti, la ragazza ha superato, da tempo, i 30 anni, pertanto,le sue reazioni, anche vocali, veramente esagerate, sono da attribuire proprio ad un suo aspetto del carattere che non credo, ormai, cambierà, e non dipende dalla differenza di età tra lei ed Eugenio, ma proprio dalla diversa indole e carattere.Va detto che Eugenio, viene molto aiutato, nella vita personale, dal tipo di lavoro, dalla” missione” che si è scelto, perché, concorde rete tutti con me che, se non è in grado un giudice di ascoltare le diverse parti di un insieme e tener conto delle esigenze e ragioni di ciascuna, mi domando chi potrebbe mai farlo! E, ripeto, non è una questione di età, perché per fare un paragone, il personaggio di Clara, mi sembra l’esatto contrario di Viola, pur essendo molto più giovane e priva dei mezzi culturali che Viola possiede; questo, indipendentemente dal fatto che piaccia o meno il personaggio.Concordo anche con Maracaibo, in merito a Serena e sono sempre più convinta di quanto scrissi, tempo addietro:forse, Serena stessa non se ne sta rendendo conto, ma il denaro avuto in eredità la sta cambiando e ponendo, per la prima volta nella sua vita, in uno stato di solitudine e di isolamento, dopo l’affollamento di tante figure nella sua vita passata.Mi auguro, per lei, che proprio questo stare da sola le possa essere utile per guardare alle sue scelte recenti con spirito quietato, col distacco necessario per proseguire in autonomia o tornare sui suoi passi.Frank, mi uccidi se profetizzi il ritorno alle attuali trame in novembre, nientemeno! Spero anch’io che questo luogo di incontri non venga usato da qualcuno per fare un, po’il guastafeste; no, dai, è troppo piacevole e rassicurante scambiarci opinioni e idee!

  10. Ciao Clelia, concordo su tutto quanto hai scritto e sulle tue rifiniture a quanto da me espresso. Ho appena letto che le repliche riguarderranno le vicende di Tommaso, il vero Tommaso e il periodo in cui le gemelle Cirillo irrompevano nella vita di tutti i personaggi e di tutti noi. Scelta molto felice! Per tutti i fan di Michele Cesari, dopo mesi in cui hanno sopportato il suo poco ruscito sosia, non è che aumentato il desiderio di rivedere l’originale, e anch’io ricordo che lo trovavo divertente, con le sue espressioni sfrontate ma anche tenere quando lasciava trasparire la mordente sofferenza interiore; peccato davvero poi per la piega che hanno fatto prendere alla storia, l’epilogo amaro davvero non mi è piaciuto, ma forse le repliche non arriveranno a ripercorre la rama fino a lì, e sarà allora bello intrattenersi con gli episodi migliori. Trovo anche indovinata la scelta di riproporre la storia di Serena e Filippo dagli esordi, un modo per riavvicinare i telespettatori alla coppia e al personaggio di Serena. Per rispondere anche a un tuo quesito di qualche giorno fa, credo che le riprese ripartiranno da una scrittura nuova. Avevo letto che avevano girato alcune scene tenendo conto delle nuove distanze di sicurezza, poi si sono dovuti arrendere all’emergenza. Questa parte non credo andrà in onda. Ma a mio avviso avranno il tempo per raddrizzare il tiro di alcune storie che non hanno funzionato e alla luce dei nuovi valori e sentimenti vivremo lo spirito di un dopo coronavirus anche nelle stroie della soap. E, visto che rivedremo Serena innamorata di Filippo come lo era all’inizio, è verosimile immaginare che le nuove storie prevedano una loro riappacificazione. Che ne pensi?

  11. Ciao, Nola! Penso che hai ragione, su tutta la linea e anch’io sono contenta di rivedere il personaggio di Tommaso, ma non lè ultime sequenze della trama a lui collegata che mi ha lasciato tanta amarezza , pur a distanza di anni.Anche l’inizio della storia d’amore tra Serena e Filippo mi attira molto, perché io iniziai a guardare Upas dall’anno successivo e mi manca proprio il tassello della fase iniziale di questa storyline che, adesso, mi appare così infarcita di incomprensioni, ripicche infantili, forse anche inconsce, naturalmente ma che sono la realtà quotidiana di tante coppie che assistono alla fine del loro percorso in sieme, incapaci di impedirla. Sono convinta, comunque, che Serena abbia troppo idealizzato Filippo e da questa sua idealizzazione deriva la sua incapacità di perdonare i suoi errori, molto umani.Non ho capito cosa intendi quando scrivi di” raddrizzare il tiro di alcune storie che non hanno funzionato”:a quali storie alludì? Forse a quella dei Sartori? Ma allora, dovrebbero trovare il modo di ” resettare” dal ricordo del pubblico alcune scene già girate, dico bene? Certo che questa pandemia che tanto sta condizionando le nostre vite, offrirà materiale a iosa agli autori che non potranno esimersi dal narrare quanto essa avrà sicuramente inciso sulle vite dei nostri personaggi, ma la narrazione dovrà essere studiata accuratamente e miscelata ad avvenimenti altri, non potrà essere l’unico tema delle storylines, ovviamente! Certo, emergerà la vera indole di ciascuno, ci sarà chi ci stupirà per altruismo ed empatia (Alberto, magari) chi per ripiegamento in se stesso , chi tenterà di lasciare Napoli, chissà! E, alla fin fine, non escludo che possa emergere la professionalità e lo spirito di abnegazione della dottoressa Graziani, non credi? Certo che Serena e Filippo si ritroveranno! Non ho dubbi, su questo!

  12. Ciao Clelia, io ho una sensazione, naturalmente potrebbe non essere esatta. La mia sensazione è che gli autori si aspettassero un apprezzabile gradimento da parte del pubblico in merito all’entrata in scena del personaggio di Leonardo e che molti si appassionassero alla relazione tra Serena e Leo, vissuta forse anche come riscatto di ciò che non è stato per Serena e Tommaso. Invece così non è avvenuto, non solo, ma in più il personaggio di Leonardo ha incontrato una naturale avversione e antipatia da parte dei più. Penso che già questa trovata di far partire Leonardo in Sicilia non fosse prevista nella sceneggiatura iniziale, ecco perchè nelle prossime puntate vedremo Serena fare i conti con la sua solitudine, forse c’è stata una frenata agli intenti iniziali secondo me. E credo allora, che la lunga pausa servirà anche a riscrivere e correggere dando un’impronta diversa alle storie. Il personaggio di Serena stava andando incontro ad una forte censura del pubblico, sarà un caso che ci ripropongono proprio gli episodi dove cominciano le trame familiari delle Cirillo? non so, forse è solo un caso, ma io non penso. E’ questo che intendevo con “raddrizzare il tiro”, forse è un toscanismo, ogni tanto scappa!

    • hai centrato in pieno la questione, nola. credo anch’io che non è un caso che abbiano scelto proprio quelle repliche. io sono felicissima perchè mi piaceva moltissimo il personaggio di tommaso (e non solo il personaggio… eh!eh!) simpatia solo minimamente scalfita dall’episodio della violenza sessuale. ancora mi ricordo la scena di lui che si allontana nella nebbia sulla sua barca.
      e credo anch’io che i sartori finiranno per riconciliarsi. troppi sguardi di malcelata gelosia, troppi sospiri e musi lunghi, troppe arrampicate sugli specchi per continuare a mantenere legami che li tengano uniti.

  13. Ah, Nola, è proprio quello che io intendevo e che mi fa piacere leggere! Ho letto che la Rai ha ceduto i diritti di tutte le puntate a Tele S.Marino, fino al 2012, quando si dice la fatalità, e a non credere alla fatalità non sono la sola, vedo! D’altra parte, mi domando come gli autori potessero pensare fosse bene accetto alla maggior parte del pubblico un personaggio quale quello di Leonardo! Roberto e Filippo si fiondano in Messico per salvare Tommaso da una banda di narcos taglia gole che non hanno gradito il suo furtarello di una partita di droga su cui lucrare, tornano a Napoli col cadavere l’uno del figlio, l’altro del fratello e, per di più, grazie a Filippo, dopo aver salvato pure il suo ” compagno di merende” il quale, lungi dall’essere riconoscente per la sua vita salvata (e a che prezzo!), spaccia pure sulla barca di Ferri che gli aveva dato un lavoro e quindi la possibilità di un riscatto sociale.Come se non bastasse, Leonardo, ricomparso nella vita dei Sartori,racconta di essere tornato alla casa del padre, da bravo ” figliol prodigo” e, dismessi i panni del” bello e dannato”, è talmente compenetrato nel ruolo dalla famiglia richiesto, da non metterlo minimamente in discussione, e, unendo l’utile al dilettevole, inizia ad insidiare, anzi, torna ad insidiare, la moglie del Sartori.Tommaso era tutt’altro:lo avevamo visto tormentato, roso nell’animo da un rancore generalizzato verso il mondo, in preda ai suoi demoni,affamato dell’amore di un padre che lo ha sempre rifiutato, a tratti tenero e fragile come cristallo, a tratti feroce e abbiamo sofferto, con lui, guardandolo dileguarsi sulle onde del mare, verso il suo destino.Personaggio sfaccettato, sfuggente, che l’attore Michele Cesari ha saputo farci amare profondamente; mi dispiace, ma nulla a che vedere col personaggio di Leonardo che, peri fatti sopraelencati, non ha mai smesso di apparire un profittatore, uno che ruba nella casa che lo ospita.Mi sembra che nessuno abbia parteggiato, con convinzione, per un’eventuale storia tra Leonardo e Serena, ma sia stato espresso gradimento solo per la bravura indiscussa di Erik Tonelli e devo dire che, sinceramente, non avevo pensato al viaggio di lui in Sicilia come ad uno stratagemma per la sua uscita di scena, ma hai ragione, può essere stato deciso così, anche se, sia per noi, pubblico, sia per l’attore stesso, mi mette tristezza pensare ad una conclusione così miserella per il suo personaggio. Forse, però, alcune storie si concludono anche così, come un fuoco che, se non alimentato, si spegne e, col tempo, se ne spengono anche le braci.

    • Ottima Clelia! Qui mi sei proprio piaciuta! E ad Anna rispondo che in effetti anche l’attore che interpreta Tommaso, Michele Cesari, è molto carino e carismatico. Perchè non si attivano per farlo tornare in qualche modo? Ci dobbiamo proprio rassegnare alla sua brutta fine in Messico?

  14. Nola, Michele Cesari è uscito di scena di sua volontà e, come scrissi qualche anno fa, lo so per certo, in quanto lui è amico della figlia di una mia cara amica, con la quale ancora lui è in contatto. Michele Cesari e questa ragazza si conobbero a New York, città nella quale lei aveva seguito il marito, lì recatosi per motivi di lavoro.e dal quale, poi, lei si separo’e successivamente tornò in Italia.Al suo ritorno, poco prima di Natale, incontrai questa ragazza a casa di sua madre ed arrivammo a parlare di questa ” soap” che avevo iniziato a seguire e fu così che lei mi riferì quanto detto dall’attore, in merito alla sua decisione di lasciare Upas:” Sarei stato sempre e soloTommaso, anche se avrei potuto restarci a vita”. . Ricordo che, già da allora, mi resi conto che i personaggi, come in tutte le” soap”, sono un po’stereotipati, portatori di determinati pregi e difetti e, se cambiamento può esserci, questo potrà essere minimale o temporaneo, mai stravolgente e definitivo. Comprendo, quindi, che un attore senta l’esigenza di nuovi ruoli, in altre produzioni, voglia cimentarsi in nuovi personaggi che interagiscono con altri tipi umani.
    Poi, ovviamente, molto dipende anche dal carattere dell’attore, perché c’è anche chi predilige ambiente e colleghi conosciuti.Bisogna anche dire Upas ha sempre portato fortuna agli attori e attrici che ci hanno lavorato, basti pensare a Laura Chiatti, a Cristiana Dell’Anna, Alessio Chiodini e Gabriele Anagni, Paolo Romano e Ilenia Lazzarin.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *