Home | UN POSTO AL SOLE news e anticipazioni | UN PO’ STO A CASA, lo spin-off di Un posto al sole dall’11 maggio su Raiplay

UN PO’ STO A CASA, lo spin-off di Un posto al sole dall’11 maggio su Raiplay

Un po' sto a casa / Un posto al sole
Un po' sto a casa / Un posto al sole

Complici alcune interviste che avevano fatto “subodorare” qualche novità, era già da un po’ che ci si aspettava una piccola sorpresa da Un posto al sole. E la sorpresa è arrivata.

Beninteso, ancora non possiamo anticiparvi che la soap partenopea di Rai 3 riapre i battenti; speriamo di poterlo fare presto ma quel momento non è ancora arrivato. Piuttosto, sta per andare on line un’idea parallela, originale e adatta a questi tempi di pandemia: si tratta di Un po’ sto a casa, uno spin-off che vedremo su Raiplay e che si compone di 40 puntate disponibili ogni giorno dal lunedì al venerdì alle 18.00 sulla nota piattaforma digitale.

Ma cosa accadrà in questa nuova produzione destinata allo streaming? Come illustra il comunicato stampa della Rai, ritroveremo un po’ tutti i nostri amati personaggi “alle prese con la fase 2 dell’emergenza sanitaria. Nonostante il lento riavvicinamento alla normalità e le prime attività consentite, i personaggi si cercano, si telefonano, si impegnano in attività di tutti i tipi, con esiti più o meno felici, si importunano a vicenda. Negli episodi della serie ciascuno vivrà brevi storie, condividerà con un amico o con un parente un’idea, un piccolo progetto o una proposta legata alla sua abituale attività. Chiederà aiuto per risolvere un problema o per soddisfare un’esigenza o semplicemente racconterà quanto accaduto nella giornata appena trascorsa“.

Insomma, i nostri protagonisti sono un po’ come tutti noi arrivati alla fine del lockdown totale e ora tentano di riorganizzare le loro vite.

Un posto al sole: tutte le nostre news anche su Instagram (entrando da QUI)

Che succederà di specifico a Un po’ sto a casa? Tra le varie storie, Franco farà bricolage, Vittorio sarà impegnato nelle sue proverbiali dirette social (coinvolgendo anche Alex e Michele), Diego riattiverà il servizio di delivery per i clienti del Vulcano, Bice si divertirà a importunare Sasà e Mariella, Viola si occuperà da casa di impartire ai suoi amici lezioni di storia dell’arte, Raffaele verrà simpaticamente “disturbato” dai coinquilini del Palazzo… e tanto altro!

Insomma, anche se non è ancora l’Upas che tutti noi conosciamo (e che speriamo torni presto), è qualcosa di nuovo che va oltre le repliche a cui stiamo assistendo quotidianamente. Quando comincia? Lunedì 11 maggio alle sei del pomeriggio. Non mancate su Raiplay!

Da non perdere: diventa fan della nostra pagina Facebook su Un posto al sole, del nostro account Instagram e del nostro canale Telegram per essere sempre aggiornato su tutte le anticipazioni! Vi ricordiamo che tutte le notizie sulle anticipazioni di Un posto al sole SONO QUI. Le trame delle puntate, invece, SONO QUI.

4 Commenti

  1. Ho appena guardato il primo di questi quaranta episodi e sono rimasto favorevolmente colpito dalla durata ridotta: una “pillola” che in soli quattro minuti ci mostra come il Covid ha sconvolto anche la quotidianità della soap che da UPAS diventa UPAC: l’idea di questa miniserie flash è vincente ed è promossa a pieni voti; altro che repliche. Bravi!

  2. Con il fatto che le pillole sono brevi ogni giorno me le riguardo tutte da capo, così oggi dopo aver sentito per la quinta volta il discorso tra Diego e Silvia sul paesino dove da anni risiede Teresa, quel paese che ha un nome, Indica, che questa settimana abbiamo appreso essere in provincia di Potenza, a pochi chilometri dal confine con la Campania, distante 217 chilometri da Napoli… Tutte menzogne!! Ancora non ci posso credere, così tante informazioni dettagliate tutte false! Ho cercato in rete Indica, sapete che cosa esce fuori cliccando Indica su google? Una pagina intera di dati sulla Cannabis!! Provando Indica comune di Potenza, non dà niente, e infine, la prova del nove, digitando Indica nelle pagine bianche on-line nella ricerca dei cap: il comune non esiste. Da Un posto al sole questa non me l’aspettavo, nel corso degli anni ci ha sempre portato sulla scena di comuni esistenti davvero, come Massa Lubrense, Palinuro o Roccaraso, che quando poi mi è capitato di sentire qualche notizia di cronaca ambientata in uno di essi mi tornava in mente UPAS ma questa volta siamo stati bidonati con un comune fantasma che esiste solo nella soap, come la fantomatica Genoa City della soap cugina di Beautiful!

    • È da anni che si sa che Indica è un posto di fantasia!
      In effetti non ho mai compreso perché “inventare” il nome di un paese anziché utilizzarne uno reale…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *