Home | FICTION NEWS | IO TI CERCHERÒ, anticipazioni seconda puntata di lunedì 12 ottobre

IO TI CERCHERÒ, anticipazioni seconda puntata di lunedì 12 ottobre

Io ti cercherò / fiction
Io ti cercherò / fiction

Anticipazioni e trama seconda puntata della fiction Io ti cercherò, in onda su Rai 1 in prima serata lunedì 12 ottobre 2020:


Leggi anche: VITE IN FUGA, anticipazioni terza puntata di domenica 29 novembre


Io ti cercherò, anticipazioni episodio “Solo”

Il computer di Ettore viene analizzato dalla Polizia Postale, nel frattempo Sara identifica la coppia di punkabbestia. Valerio li trova in una comunità di recupero e la ragazza dice che Ettore è stato buttato in acqua da due uomini (di sabato e non di venerdì), facendo così capire che non si sia trattato di un suicidio. La giovane però non vuole parlare nel dettaglio dei colpevoli e, di fronte all’insistenza di Valerio, l’altro punkabbestia lo colpisce facendolo svenire.

Quando Valerio riprende conoscenza, i due giovani sono spariti. Intanto il pc è sparito e qualcuno ha pubblicato il diario in cui lo stesso Ettore se la prende con suo padre per averlo abbandonato. Valerio pensa però che il diario non sia vero. Gianni accorre in suo aiuto.

Io ti cercherò, anticipazioni episodio “Acqua”

La scarpa che Valerio ha trovato in riva al Tevere porta delle tracce di un altro luogo: dunque Ettore potrebbe essersi trovato in una delle cave di travertino di Tivoli. Valerio chiede ad un ex agente della cinofila di accompagnarlo insieme al segugio Gandalf: in uno specchio d’acqua nella cava trova una maglietta di Ettore e a quel punto ha un infarto.

Nonostante tutti glielo sconsiglino, Valerio prosegue le indagini e scopre che la notte della disgrazia ci sono stati movimenti sospetti di un furgone intorno al luogo in cui è stato ritrovato il corpo del figlio. Il furgone è della PGS, una società di sicurezza privata. Valerio capisce anche che il verbale dell’autopsia sul corpo di Ettore è falso e, attraverso un nuovo esame medico, si evince che la causa del decesso non è l’annegamento ma è dato dalle percosse subite. Grazie al magistrato Lentini, Valerio riesce a riaprire il caso.

Tutte le nostre news anche su Instagram (entrando da QUI)