Beautiful, anticipazioni USA: QUINN e CARTER, è di nuovo passione ma verranno scoperti. Da chi?

Carter e Quinn / Beautiful
Carter e Quinn / Beautiful

Come già anticipatovi, nelle attuali puntate americane di Beautiful, Quinn Forrester e Carter Walton hanno ceduto alla reciproca attrazione, seguendo l’invito sorprendente di Eric Forrester. Lo stilista, ritenendo che la propria impotenza condanni la moglie ad una vita senza intimità, vuole che la Fuller soddisfi le sue esigenze con l’aitante avvocato, suo ex amante.


Leggi anche: Beautiful, anticipazioni 28 ottobre: Brooke insiste con Ridge, “siamo ancora in tempo”


In un primo momento contraria, Quinn ha rapidamente capitolato, incapace di resistere al legame instauratosi con Carter. Già, perché il gioco rischia di essere pericoloso e non solo perché la designer potrebbe essere scoperta dai suoi tanti nemici, ma anche per lo stesso Eric, che forse non ha realizzato fino in fondo che quello che unisce la moglie a Carter non è solo una chimica fisica ma un sentimento che i due hanno definito amore.

Beautiful, anticipazioni americane: ERIC, QUINN e CARTER, il rapporto a tre potrà funzionare?

Allo stesso tempo, però, Quinn sente di amare ancora Eric, da cui è tornata dopo aver fatto l’amore con Carter, raccontandogli alla fine di aver fatto quanto lo stesso Eric le aveva chiesto. Ma questo tipo di rapporto a tre potrà davvero funzionare, senza che marito e moglie siano costantemente circondati da un’atmosfera di tristezza e depressione?

I musi lunghi non sono sfuggiti a coloro che non vogliono accettare che Eric possa aver perdonato un tradimento da parte di Quinn e, in assenza di quasi tutti i figli dello stilista, il ruolo delle custodi dell’anziano patriarca è svolto dalle sorelle Logan. Brooke odia Quinn e Donna ama ancora Eric, mentre Katie, da buona vicina di casa, ha già fatto una tardiva visita allo stesso Eric: apprendendo dell’assenza di Quinn, Katie si è chiesta se la Fuller non fosse in giro a fare baldoria alle spalle dell’uomo.

Beautiful, trame americane: RIDGE fa seguire QUINN da JUSTIN

Katie ha consigliato ad Eric di non lasciarsi sminuire dalla mancanza di apprezzamento dimostrata da Quinn, invitandolo in poche parole a riconsiderare la decisione di perdonarla. Insomma, se nella pratica Katie è ricorsa molte volte al perdono del proprio partner Bill, invita con la teoria gli altri a fare diversamente…

Ridge Forrester, sospettando che il padre nasconda loro qualcosa, assolderà Justin Barber affinché segua Quinn per accertarsi che in qualche modo non si stia approfittando di Eric. Lo stilista spera che Justin non trovi niente, ma il suo istinto lo porterà a nutrire diversi dubbi nei confronti della matrigna. E se gli autori hanno fatto di tutto per ignorare che una volta lo stesso Ridge fu molto vicino a Quinn, il suo interprete Thorsten Kaye lo ricorda bene:

Ridge conosce bene Quinn, ha fatto parte del suo club, lei lo ha invitato ad entrare e i due si sono baciati. Per questo sa che quella donna non si ferma di fronte a niente.

Ridge sceglierà Justin perché sa che porterà a termine il compito, senza temere di sporcarsi le mani:

In passato ha fatto cose peggiori per Bill e inoltre, quando Ridge ha esercitato pressioni su quel suo amico giudice, è stato proprio lui a fotografarli in un incontro compromettente.

Tutte le nostre news anche su Instagram (entrando da QUI)

Ve lo abbiamo anticipato: Quinn e Carter verranno “beccati”, probabilmente proprio grazie a Justin: a quel punto Eric sorprenderà tutti insistendo di voler gestire il proprio matrimonio a modo suo? Per restare aggiornati su questo argomento, seguiteci su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto con la “stellina”.

ERIC e QUINN / Beautiful
ERIC e QUINN / Beautiful

Attenzione: diventa fan della nostra pagina Facebook su Beautiful, del nostro account Instagram e del nostro canale Telegram, per essere sempre aggiornato su tutte le anticipazioniVi ricordiamo inoltre che tutte le notizie sulle anticipazioni americane e italiane di Beautiful SONO QUI. Le trame delle puntate, invece, SONO QUI.