GREY’S ANATOMY 18, anticipazioni episodio di mercoledì 3 novembre su Disney+

Grey's Anatomy
Grey's Anatomy

Dopo il debutto della settimana scorsa su Disney+, Grey’s Anatomy continua la sua programmazione italiana con la seconda puntata della diciottesima stagione, intitolata Una specie di domani (Some Kind Of Tomorrow), in onda da oggi (mercoledì 3 novembre 2021), nella quale scopriremo se Meredith accetterà di trasferirsi in Minnesota per seguire l’importante progetto del dottor Hamilton (Peter Gallagher) sulla cura del Morbo di Parkinson.


Leggi anche: REMI, cast e trama del film di stasera (8 dicembre) su Rai 1


Una scelta di certo non facile, che la protagonista valuterà molto attentamente chiedendo anche aiuto ad Amelia, la quale arriverà in suo soccorso entusiasta della prospettiva di risolvere il morbo di Parkinson con tecnologie all’avanguardia e medici brillanti, tra cui il dottor Kai Bartley.

Intanto a Seattle, Jo trova finalmente il coraggio di lasciare la piccola Luna all’asilo nido dell’ospedale, mentre i neo sposi Teddy e Owen dovranno capire come affrontare il fatto che il piccolo Leo (il bambino che Hunt ha adottato quando aveva sei mesi) ama travestirsi da Elsa di Frozen; infatti, vedremo Teddy molto preoccupata perché teme la reazione degli altri bambini (e non solo), mentre Owen propone di lasciarlo libero di esprimersi.

E a proposito di Owen: lui, insieme a Cormac e Megan, dovrà occuparsi del caso di puntata, che vede un padre e un figlio vittime di un incidente d’auto. E se Danny non presenta un quadro clinico grave, al contrario suo padre, un ex militare di nome Noah, inizia a sputare sangue per una fibrosi polmonare (questo caso rispecchia la realtà, in quanto molti membri delle forze armate hanno sviluppato la fibrosi polmonare dopo aver trascorso lunghi periodi in Medio Oriente).

Tutte le nostre news anche su Instagram (entrando da QUI)

L’altra storia di puntata vede protagonista un caso di razzismo ai danni di Rashida Flowers, una paziente che soffre di insufficienza renale cronica per la quale avrebbe urgentemente bisogno di un trapianto che però le è stato negato. Winston scopre che, poiché la donna è nera, è stato applicato un moltiplicatore al suo eGFR, il che faceva sembrare che i suoi reni funzionassero bene per escludere l’opzione dell’intervento. Il dottor Ndugu decide così di aiutare la donna contattando il suo nefrologo per esaminare bene tutta la sua storia clinica.

Nick, attraverso un biglietto sotto la porta, invita Meredith a un picnic notturno. Durante la cena, Meredith gli parla della sua preoccupazione riguardo al progetto sul Parkinson e alla sua paura di fallire. Alla fine, però, tornata al laboratorio decide di accettare l’offerta di Hamilton ma solo alle sue condizioni, ossia totale autonomia sul lavoro e sulla sua squadra, e di spostare il progetto a Seattle. Il dottor Hamilton accetterà?

Con Meredith in Minnesota, al Grey Sloan manca un direttore del programma di specializzazione, una cosa che preoccupa molto la Bailey che subito ne parla con Richard Webber. Quest’ultimo le dice di avere in mente una grande idea, ma di questo parleremo la prossima settimana quando, nella terza puntata intitolata Più caldo dell’inferno, farà il suo ritorno in scena dopo quasi un decennio il chirurgo neonatale più amato dai fan: Addison Montgomery (Kate Walsh). Per restare aggiornati su questo argomento, seguiteci su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto con la “stellina”.