Il paradiso delle signore, anticipazioni dal 2 al 6 maggio 2022 (repliche prima stagione)

Il paradiso delle signore DAILY
Il paradiso delle signore

Anticipazioni settimanali puntate Il paradiso delle signore da lunedì 2 a venerdì 6 maggio 2022

L’estate d’invernoÈ il 1956. Teresa Iorio lascia il suo paese in Sicilia per andare a Milano a casa degli zii. Qui, in circostanze fortunose, conosce Pietro Mori, proprietario del grande magazzino “Il Paradiso delle Signore”. La ragazza ne rimane abbagliata, ma presto scopre che Pietro Mori è anche l’uomo che ha fatto arrestare proprio suo zio con l’accusa di aver incendiato il suo furgone. Decide così di partecipare alle selezioni per lavorare come commessa.


Leggi anche: Il paradiso delle signore 7: presto le nuove riprese inizieranno, ecco quando


Non arrendersi mai – Teresa vorrebbe lavorare al Paradiso, ma la prova scritta e il colloquio con la capocommessa Clara Mantovani si rivelano un disastro. Ciononostante avrà una seconda chance. Intanto Mori, in difficoltà finanziarie e ostacolato da Carlo Mandelli (il nuovo proprietario della banca che finanzia la sua impresa, pronto a tutto pur di distruggere il Paradiso delle Signore), è costretto a ricorrere a un esponente della mala milanese, Bruno Jacobi. Nel frattempo Teresa è riuscita a conquistarsi il posto di commessa nel grande magazzino, ma suo padre, chiamato a Milano dalla moglie del fratello, in carcere, vuole riportarla in Sicilia. 

Il paradiso delle signore 6 spoiler: la prima stagione in replica per quattro settimane

Responsabilità – Il padre di Teresa vuole riportare la figlia in Sicilia ma, quando viene a sapere che il fratello è stato arrestato, decide di rimanere a Milano finché non uscirà di prigione. Al Paradiso, intanto, avvengono dei piccoli furti e i sospetti cadono su Teresa. Monica, la commessa esclusa alle selezioni, tenta di incastrarla, ma la Iorio riesce a scoprire chi è il vero ladro e il licenziamento viene scongiurato. Nel frattempo Pietro ha iniziato a frequentare Andreina, figlia di Carlo Mandelli, il nuovo proprietario della banca che finanzia l’impresa di Mori, pronto a tutto pur di distruggere il Paradiso delle Signore, mentre Teresa, per motivi familiari, annuncia a Pietro le sue dimissioni.

La settimana del sud – Per cercare di attirare i meridionali venuti a  lavorare a Milano, Mori decide di organizzare la “Settimana del Sud”. Vittorio Conti, l’ambizioso consulente pubblicitario del magazzino e migliore amico di Pietro,  riesce a coinvolgere Teresa in un battage pubblicitario di grande successo. Mori intanto continua a corteggiare, con un secondo fine, Andreina Mandelli. Nel frattempo zio Vincenzo esce dal carcere e Teresa deve tornare in Sicilia con il padre che però, sul punto di partire, la lascia libera di scegliere il proprio futuro.

Il bello per tutti – Aprile 1956, a Milano si inaugura la Fiera. Mori chiede a Vittorio e ai suoi collaboratori di ideare una pagina pubblicitaria con una frase che possa contraddistinguere il Paradiso. Intanto grazie a Teresa, Bertone, un industriale tessile fornitore del negozio di zio Vincenzo, incontra Mori che ha l’idea di acquistarne la fabbrica, poi decide di appaltare i lavori di sartoria a Vincenzo. È un impegno economico notevole, ma Mori si sente protetto dall’accordo con Mandelli, disposto a collaborare purché lui stia lontano da Andreina, promessa già al suo braccio destro. Nel frattempo Quinto, il ragazzo che lavora in magazzino, innamorato di Anna, rischia il posto per aver aggredito il suo fidanzato.