Home | FICTION NEWS e altri programmi tv | Intervista a CAMILLA FERRANTI (L’onore e il rispetto 5 e Mariti casalinghi)

Intervista a CAMILLA FERRANTI (L’onore e il rispetto 5 e Mariti casalinghi)

Camilla Ferranti
Camilla Ferranti

Siamo qui con Camilla Ferranti, a breve in Tv con L’Onore e il rispetto 5 e Mariti casalinghi.

Ciao Camilla, potresti raccontarci qualcosa del personaggio di Elvira – che interpreti ne L’onore e il rispetto – e quanto ti rispecchi in lei?

Salve, devo dire che io e Camilla abbiamo davvero pochissimi punti di contatto, per quanto sia un personaggio dotato comunque di un certo spessore.

Quindi Elvira non è soltanto un personaggio negativo?

Certo che no. Sicuramente è quello il lato che emerge, ma non si può non notare come questa donna sia notata anche di una forte dignità e di un forte sentimento d’amore. Se arriva a compiere gesti estremi è soprattutto per portare a compimento il suo tentativo di salvare un matrimonio, ritenuto sacro in una terra come quella sicula.

Cosa puoi dirci invece della figura di Giorgina (Mariti casalinghi)?

Anche Giorgina è un personaggio distante da me. Ad esempio, lei è mamma, mentre io non lo sono ancora. Di simile abbiamo il fatto che entrambe siamo attente al look, ma lei è un “tantino” più eccessiva. E’ una di quelle donne capaci di uscire di casa al mattino col tacco 12. Io non ci proverei nemmeno. Ride (ndr).

Quali sono i tuoi progetti per il futuro? Ti vedremo a breve in altre fiction o al cinema?

Questo non posso dirlo. C’è sicuramente un progetto in cantiere, ma ne parlerò soltanto dopo aver messo nero su bianco.

L’Onore e il rispetto è sicuramente una fiction seguitissima, con audience già consolidata. Secondo te, invece, quale potrebbe esser un motivo per il quale lo spettatore dovrebbe seguire “Mariti Casalinghi”?

Rispetto all’ “Onore e il rispetto”, è sicuramente è un prodotto più “leggero”, meno impegnativo. E’ una buona occasione per rilassarsi e trascorrere un’ora e mezza guardando qualcosa di divertente e piacevole.

Intervista a cura di Annamaria Minichino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *