Home | IL SEGRETO news e anticipazioni | IL SEGRETO, anticipazioni e trame puntate dall’8 al 13 ottobre 2018

IL SEGRETO, anticipazioni e trame puntate dall’8 al 13 ottobre 2018

NICOLAS / Il segreto
NICOLAS / Il segreto

Anticipazioni settimanali puntate Il segreto da lunedì 8 a sabato 13 ottobre 2018:

Francisca è sollevata nel sapere che Larraz ha convinto i suoi uomini a deporre le armi, ma la signora non ha certo intenzione, come promesso, di rispettare le condizioni dei ribelli.

In paese arriva l’assassino di Mariana, Dos Caras, il quale dice a Nicolas che Mariana, prima di morire, gli aveva confessato di aspettare un altro figlio.

Nicolas spara a bruciapelo a Dos Caras e viene arrestato; i paesani si ribellano chiedendo la liberazione del fotografo e vendetta contro l’avvocato Espinosa.

Dolores rifiuta di uscire dall’emporio perché teme un nuovo incontro-scontro con la futura suocera.

I paesani di Puente Viejo assediano il municipio chiedendo la liberazione di Nicolas. Alfonso riesce a placare gli animi e così permettere a Espinosa di lasciare il paese. Dopo la ribellione dei braccianti, Francisca fa il punto della situazione con Prudencio e Saul, dando istruzioni sul da farsi per recuperare il lavoro dei campi perso durante il suo sequestro. Severo si reca da Irene e le chiede di prendersi cura di Carmelito. Espinosa comunica al Generale Perez de Ayala l’assassinio di suo figlio Dos Caras.

Don Anselmo e Carmelo cercano di far capire a Severo che la soluzione al malessere di Carmelito arriverà con il tempo e che chiedere ad Irene di prendersene cura è un atto egoistico. Julieta ha qualche problema di salute e Prudencio vuole assisterla personalmente, non permettendo a Saul di avvicinarsi a lei. Patrocinio scopre che Hipolito, come lei, ha la passione per il Teatro e questa affinità permette ai due di solidarizzare. Severo ed Emilia portano Juanita da Nicolas.

Nicolas, preoccupato per il suo destino, affida Juanita a Emilia e Alfonso chiedendo loro di crescerla come fosse loro figlia. Carmelito non mangia, ha la febbre ed è molto debole. Don Anselmo va da Irene e le offre il suo aiuto. Julieta parla con Prudencio e gli chiede di avere pazienza, promettendogli che presto riusciranno a vivere pienamente il rapporto di coppia.

Il generale Perez De Ayala, padre di Dos Caras, giura vendetta contro l’assassino di suo figlio. Julieta si riprende e va a trovare sua nonna. Quando rientra alla villa, incontra Saul in giardino. Prudencio, trovandoli da soli, si ingelosisce.

Alfonso riesce a contattare il miglior studio legale della capitale per prendere le difese del cognato. Nel frattempo il Generale elabora un piano per vendicare la morte dell’assassino di suo figlio. Dolores e Gracia sono stanche del modo di fare di Prudencio ma, quando Dolores cerca di parlare con Tiburcio, non riesce a dirgli niente visto che capisce quanto stima la madre.

Il piccolo Carmelito continua a non voler mangiare e non riesce a dormire; soffre molto l’assenza di Irene, che credeva sua madre. Le persone vicine a Severo non vogliono darsi per vinti e Don Anselmo chiede ad Irene di andare a Puente Viejo per fare visita al piccolo. Prudencio è stanco di essere respinto da Julieta e va su tutte le furie quando la vede assieme a Saul nel giardino della Villa.

Il Generale Perez de Ayala ha organizzato un trasferimento immediato di Nicolas al carcere di Madrid, dietro il quale è già stata organizzata la sua morte; Meliton lo scopre, e informa subito Nicolas. Julieta riflette e pensa che sia giunto il momento di essere una brava moglie per Prudencio.

Da non perdere: diventa fan della nostra pagina Facebook su Il segreto. Ecco l’indirizzo: https://www.facebook.com/ilsegretosutvsoap/

Attenzione: hai TELEGRAM sul tuo smartphone? Allora iscriviti al nostro canale per essere sempre aggiornato su tutte le anticipazioni! Ecco l’indirizzo: http://www.telegram.me/tvsoap

Vi ricordiamo che tutte le notizie sulle anticipazioni italiane e spagnole de Il segreto SONO QUI. Le trame delle puntate, invece, SONO QUI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *