Home | UN POSTO AL SOLE news e anticipazioni | Un posto al sole anticipazioni: OTELLO… natalizio?

Un posto al sole anticipazioni: OTELLO… natalizio?

OTELLO / Lucio Allocca / Un posto al sole
OTELLO / Lucio Allocca / Un posto al sole

Com’era prevedibile, il trasferimento di Otello Testa a Indica ha comportato una drastica riduzione delle sue apparizioni a Un posto al sole. In molti, però, hanno notato che nonostante tutto il volto dell’attore Lucio Allocca è ancora presente nella sigla di testa. Significa che prima o poi lo rivedremo?

Ebbene, pare proprio di sì. Recentemente una Instagram Story di Maurizio Aiello (da poco in sigla con il suo Alberto Palladini) ha evidenziato la presenza sul set di Allocca, il tutto mentre si girano gli episodi in onda con tutta probabilità nel periodo di Natale.

Un posto al sole: tutte le nostre news anche su Instagram (entrando da QUI). Seguiteci!

Gli estimatori di Otello e del suo bravissimo interprete avranno dunque l’occasione di riavere a Upas (anche se solo per un po’) il loro personaggio preferito, che anche stavolta tornerà a Napoli senza la sua Teresa.

In attesa degli episodi in questione, volgiamo lo sguardo alle altre storie “senior” della soap e troviamo Giulia (Marina Tagliaferri) ancora protagonista nei prossimi episodi: la Poggi inizierà ad essere sempre più presa da Marcello, l’uomo conosciuto ai corsi di ballo. Ci saranno sviluppi?

Da non perdere: diventa fan della nostra pagina Facebook su Un posto al sole, del nostro account Instagram e del nostro canale Telegram per essere sempre aggiornato su tutte le anticipazioni!

Vi ricordiamo che tutte le notizie sulle anticipazioni di Un posto al sole SONO QUI. Le trame delle puntate, invece, SONO QUI.

13 Commenti

  1. Non sentivamo la mancanza di Otello.
    Anzi, memmeno ce ne eravamo accorti che mancava…

  2. È scandalosa la parte rifilata a questo bravo attore da quando la moglie televisiva ha lasciato

  3. Io invece trovo noiosissima la parte su Giulia. E il personaggio di Dennis è stato snaturato totalmente senza un motivo

    • Concordo! Da uomo quasi perfetto quale era stato presentato all’inizio, colto, sensibile, scrupoloso e molto altruista verso il prossimo, visto anche la sua esperienza carceraria di sofferenza che però non gli aveva tolto la capacità di ascoltare e di comprendere, con quella sua classe innata, ora è diventato l’uomo inaffidabile, libertino che trova nel divertimento mondano la sua unica necessità e ragione di vita! Assurdo e incoerente.

      • Nola, concordo in pieno con te.

      • Concordo!!!una grandissima scemenza, di cui, peraltro,non capisco nemmeno la necessità, visti che, se era volontà di tedeschi lasciare o della produzione tagliare il personaggio di Dennis,sarebbe bastata e avanzata la pecca della lontananza di Giulia, da sempre mal digerita da lui,senza farlo diventare uno scatenato porcello un po’ agee anche..

      • Si, c’erano tanti modi per fare uscire di scena il personaggio di Denis, senza rovinarlo… Mah, vai a capire cosa passa nella testa degli Autori…

  4. Me lo domando pure io caro Giorgio..

  5. Giulia e Denis stavano bene insieme. Potevano essere sfruttati diversamente…come voi ho trovato assurdi gli espedienti per farlo uscire di scena. Bah.

  6. Concordo e devo anche aggiungere che trovo penosa l’evoluzione del personaggio di Giulia, già pronta ad iniziare una nuova storia, seppure impostata su condivisioni letterarie, della serie:” Prendo il giro largo”.Come ho già scritto e chiedo scusa se mi ripeto, lungi da me l’idea che” ad una certa età” sia sconveniente cercare l’amore di un uomo o di una donna, ma è la velocità e la determinazione con cui questo avviene che non comprendo, anche perché Giulia è donna che ha molto” vissuto”, fatto e disfatto e questa sua smania mi sembra quasi un bisogno di potere, pari a quello che detiene in famigliai, in confronto alla quale un uomo verrà sempre al secondo posto e dovrà pure accettarlo.Può essere che questo Marcello abiti a Napoli, quindi la relazione non avrebbe molti ostacoli, anche se non tutti gli individui, uomini o donne che siano, sono disposti a passare al vaglio di un gruppo familiare così variegato, perché c’è anche questo aspetto da considerare, cioè l’accettazione del nuovo venuto da parte della famiglia, perché non credo che Giulia inizierei be una relazione importante qualora questo Marcello non fosse gradito alla sua numerosa tribù.

    • hai ragione. eppure era cominciata così bene questa storia. mi sa che ci deve essere qualche franco tiratore tra gli autori che si diverte a rovinare e banalizzare anche gli spunti più indovinati eh!eh!
      il tema dell’amore a una certa età è molto attuale e lo avevano affrontato con il piede giusto, con realismo, rispetto e partecipazione, perchè poi hanno deciso di virare alla macchietta, presentando una giulia assatanata come un’adolescente con il cellulare sempre in mano come arma di spionaggi e indagini dettate dalla gelosia?
      e perchè il povero denis, a cui io ho rimproverato una certa mancanza di passione, è stato trasformato in una specie di satiro sex adict alla michael douglas? mah…

      • Concordo assolutamente sulla presenza di franchi tiratori nel reparto scrittura..anche la storia di Arturo e Marina +Fabrizio,tra le più ricche di potenziale da anni a questa parte,nulla,tutto buttato alle ortiche nel modo più becero e banale.. valli a capire..la trasformazione di Denis è ai livelli dello stravolgimento di cinzia.. ma chi li capisce questi?

  7. Fantastica, Anna, la tua comparazione di Dennis a” satiro sex addict, alla Michael Douglas”! Sto morendo dalle risate e anche il ritratto di Giulia è azzeccato, e aggiungo la figlia Angela che, forse, sta scambiando la madre con la figlia! Mah, si vorrà mostrare come nessuna generazione sia, ormai, immune dalla dipendenza da ogni genere di dispositivi elettronici e, comunque, non si è mai più vista o sentita Giulia parlare del suo lavoro, di un caso da seguire, non la si è più mostrata se non in casa, al computer o al cellulare; l’ho notato solo io? Non credo! Arrivo a sperare che questo Marcello si riveli ben diverso da quanto appare, a dispetto della sua cultura e che Dennis rimedi, in qualche modo, a quello che lo hanno fatto diventare.Non vorrei proprio che, come hai scritto, qualche franco tiratore, tra gli autori, avesse decretato, (come temo) che i personaggi usciti di scena definitivamente, debbano essere stravolti o resi odiosi, in modo indelebile. (Tommaso docet).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *