Brave and Beautiful anticipazioni: BÜLENT trova i quadri rubati da CESUR, TAHSIN finisce nei guai!

Brave and beautiful / BULENT
Brave and beautiful / BULENT

Un nuovo intrigo terrà banco nelle prossime puntate italiane di Brave and Beautiful. Ancora una volta, tutto quanto partirà da una frase di troppo pronunciata dall’avvocatessa Banu Vardar (Gözde Türkpençe), disperata all’idea che il suo amato Cesur Alemdaroğlu (Kıvanç Tatlıtuğ) abbia sposato Sühan Korludağ (Tuba Büyüküstün).


Leggi anche: UOMINI E DONNE sostituisce Brave and beautiful da oggi


In preda ai deliri dell’alcool, la donna darà infatti a Bülent Aydınbaş (Serkan Altunorak) un indizio per individuare dove Cesur ha nascosto i quadri che ha rubato a Tahsin (Tamer Levent). Questo darà inizio a una complicata storyline…

Brave and Beautiful, spoiler: Bülent trova i quadri che Cesur ha ‘rubato’ a Tahsin

Negli episodi della telenovela turca già andati in onda, Cesur si è introdotto nelle varie case di Tahsin per rubare i quadri dipinti dal padre Hasan Karahasanoğlu (Ali Pinar), tra cui quello che ritraeva i suoi nonni. Le anticipazioni segnalano a tal proposito che, oltre a Sühan, anche Banu verrà messa al corrente che le opere si trovano in un passaggio sotterraneo dell’officina di Rifat Ilbey. Appena apprenderà del matrimonio tra i nostri due protagonisti, la Vardar si lascerà quindi prendere dal dolore e berrà più del dovuto, finendo per spifferare via telefono a Bülent l’ubicazione del nascondiglio segreto dell’Alemdaroğlu.

Neanche a dirlo, Bulent andrà subito in cerca del posto e, agendo in tale maniera, non farà fatica a ritrovare i quadri della famiglia Karahasanoğlu. A quel punto, l’uomo si metterà in contatto con Tahsin, che gli darà lo strano ordine di incendiare i dipinti. Non tutto andrà però secondo i piani del Korludağ…

Brave and Beautiful, news: Cesur denuncia il furto dei quadri e Rifat viene arrestato

Da quell’istante, i telespettatori dovranno infatti fare attenzione ad una controffensiva di Cesur, il quale – grazie ad alcune telecamere segrete che avrà piazzato sul posto – scoprirà che Bülent si è introdotto nel suo nascondiglio. Anche se non riuscirà a capire come il luogo sia stato rintracciato, il nostro protagonista giocherà d’anticipo e farà una telefonata anonima alla polizia per svelare dove si trovano i quadri… prima che Bulent possa distruggerli!

Ma per quale ragione Cesur agirà in modo così insolito? Come confesserà alla moglie Sühan, l’uomo intenderà utilizzare il ritrovamento dei quadri per dimostrare che sono sempre appartenuti alla sua famiglia e non a Tahsin. Insomma, Alemdaroğlu cercherà di volgere l’imprevisto a proprio vantaggio, ma questo nei primi momenti produrrà un rischio, dato che Rifat verrà arrestato con l’accusa di furto.

Brave and Beautiful, trame: Tahsin in trappola?

Tutto questo esporrà quindi Tahsin ad un grosso pericolo: vi anticipiamo che il cattivone intuirà quali sono le reali intenzioni di Cesur e chiederà al commissario Mehmet (Kahraman Sivri) di ritirare la denuncia fatta qualche settimana prima per il furto dei quadri.

Per uscire dall’inghippo, Korludağ vorrà che le opere vengano descritte come il regalo di nozze che ha fatto a Sühan e Cesur, ma – dato il loro ritrovamento in seguito alla segnalazione – il poliziotto non potrà fare nulla per evitare che un giudice si occupi del caso.

A Tahsin non resterà dunque altra scelta se non quella di dire all’inquirente che non ha mai visto i quadri ritrovati, compreso quello dei suoi presunti nonni, mentre Cesur avrà dalla sua parte anche Mihriban Aydınbaş (Devrim Yakut), la quale testimonierà che quei quadri erano in possesso del Korludağ fin dal 1977, anno in cui glieli ha mostrati per la prima volta.

Da un lato Cesur ribadirà al giudice che i dipinti sono stati fatti dal padre Hasan, dall’altro Tahsin continuerà a mentire. E così, in attesa di ulteriori accertamenti, Rifat uscirà di prigione… Per restare aggiornati su questo argomento, seguiteci su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto con la “stellina”.

Tutte le nostre news anche su Instagram (entrando da QUI)