Home | TEMPESTA D'AMORE news e anticipazioni | Tempesta d’amore, anticipazioni italiane: Michael dipendente dai farmaci!

Tempesta d’amore, anticipazioni italiane: Michael dipendente dai farmaci!

Michael, Tempesta d'amore © ARD Christof Arnold
Michael, Tempesta d'amore © ARD/Christof Arnold

Annabelle (Jenny Löffler) voleva spezzare la vita di Denise (Helen Barke), ma ha in realtà finito per distruggere una quantità drammaticamente alta di vite. Se la morte di Romy (Désirée von Delft) rappresenta già di per sé una terribile tragedia, nelle puntate italiane di Tempesta d’amore la scomparsa della dolce ragazza finirà per rovinare l’esistenza di molte persone al Fürstenhof…


Leggi anche: UNA VITA, anticipazioni puntata di lunedì 13 e martedì 14 aprile 2020


Ecco dunque cosa accadrà negli episodi di Sturm der Liebe presto in onda in Italia!

Tempesta d’amore, anticipazioni puntate italiane: Paul accusa Michael

Paul e Michael, Tempesta d'amore © ARD Christof Arnold
Paul e Michael, Tempesta d’amore © ARD/Christof Arnold

Nemmeno il grande amore può qualcosa di fronte alla morte. Lo sa bene Paul Lindbergh (Sandro Kirtzel), che negli scorsi giorni si è trovato a perdere improvvisamente la sua adorata compagna, da lui appena sposata. Così come accaduto a Tobias (Max Beier), Lucy (Jennifer Siemann) e ai genitori di Romy, la prima reazione alla scomparsa della ragazza è stato il dolore unito all’incapacità di immaginare un futuro senza la loro amata. La Ehrlinger, però, ha pensato a tutto…

Grazie alle lettere da lei scritte in punto di morte, i suoi cari hanno infatti ritrovato la forza di guardare avanti. Tutti tranne Paul! Devastato dal dolore, il giovane vedovo cadrà vittima della propria disperazione, scivolando nell’abisso dell’alcolismo. Ma, soprattutto, cercherà un capro espiatorio per quanto accaduto…

E, inutile dirlo, la scelta cadrà su Michael (Erich Altenkopf)!

Spoiler Tempesta d’amore, news italiane: Michael dipendente dai farmaci

Michael dipendente dai farmaci, Tempesta d'amore © ARD Stella Boda
Michael dipendente dai farmaci, Tempesta d’amore © ARD/Stella Boda

Ignorando che la moglie sia stata avvelenata da Annabelle, Lindbergh accuserà infatti il medico di non essersi accorto dei problemi cardiaci di Romy e di non essere stato in grado di curarla, ritenendolo dunque responsabile per la morte della donna. Delle accuse che colpiranno nel segno…

Niederbühl sarà infatti il primo ad autoaccusarsi per l’accaduto, tanto che – quando finalmente Paul si scuserà per le proprie parole fuori luogo – il dottore continuerà a sentirsi in colpa. Per il marito di Natascha (Melanie Wiegmann) inizierà così un vero e proprio periodo da incubo, in cui l’uomo si vedrà costretto a fare uso massiccio di tranquillanti.

Michael aggredisce Margit alla radio, Tempesta d'amore © ARD Christof Arnold
Michael aggredisce Margit alla radio, Tempesta d’amore © ARD/Christof Arnold

Il risultato? Michael inizierà ad alternare momenti di torpore e sonnolenza a scatti d’ira improvvisi. La situazione degenererà al punto che Niederbühl aggredirà verbalmente in diretta radiofonica l’anziana zia di Franzi (Léa Wegmann) – Margit Krummbiegl (Michaela Stögbauer) – colpevole solamente di essersi lamentata perché il medico non le aveva prescritto dei sonniferi.

Tempesta d’amore: tutte le nostre news anche su Instagram (entrando da QUI). Seguiteci!

A quel punto risulterà piuttosto evidente che il medico ha qualcosa che non va. Lui, però, non solo continuerà a rifiutarsi di parlarne, ma finirà per sfogare la propria frustrazione sull’incolpevole Natascha, mettendo in grave pericolo il proprio matrimonio.

Attenzione perché questo sarà solo l’inizio di una storyline ad alto tasso drammatico e destinata a farci compagnia per parecchio tempo…

Da non perdere: diventa fan della nostra pagina Facebook su Tempesta d’amore, del nostro account Instagram e del nostro canale Telegram per essere sempre aggiornato su tutte le anticipazioni!

Vi ricordiamo che tutte le notizie sulle anticipazioni tedesche ed italiane di Tempesta d’amore SONO QUI. Le trame delle puntate, invece, SONO QUI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *