Home | UN POSTO AL SOLE news e anticipazioni | Un posto al sole anticipazioni: tra FERRI e la giovane VERA è passione!!!

Un posto al sole anticipazioni: tra FERRI e la giovane VERA è passione!!!

Riccardo Polizzy Carbonelli è Roberto Ferri - Un posto al sole anticipazioni
Riccardo Polizzy Carbonelli è Roberto Ferri - Un posto al sole anticipazioni

Che le cose andassero in “una certa direzione” si era già ampiamente capito, ma ora è ufficiale: a Un posto al sole sta per nascere una storia di passione tra Roberto Ferri (Riccardo Polizzy Carbonelli) e la giovanissima Vera Viscardi (Giulia Schiavo), nipote di Veronica (Caterina Vertova)!!!

Presto dunque vedremo l’affascinante imprenditore andare a bussare alla porta di Vera che, neanche a dirlo, gli aprirà indossando una vestaglia di seta. Il resto potete immaginarlo da soli…

Ovviamente di “puramente sentimentale” non ci sarà moltissimo in questa vicenda: Vera sarà anche giovane ma ha tutto il sale in zucca che serve, dunque ha ben capito che l’esperienza del tycoon è fondamentale per poter scalare i Cantieri. Comunque sia, ora la domanda è un’altra: come reagirà a tutto questo la zia Veronica? Non certo bene, ma ne parleremo presto in un altro post.

In attesa di nuovi sviluppi (e non avete neanche idea di quanti ce ne saranno!!!), ecco le recenti dichiarazioni che l’attrice Giulia Schiavo – interprete di Vera – ha rilasciato al settimanale Nuovo Tv:

Vera, nonostante la giovane età, è consapevole, scaltra e raffinata. Conosce bene le sue carte e sa come giocarsele al meglio per raggiungere i suoi obiettivi lavorativi e non solo. Ha le idee chiare, dietro la sua aria misteriosa e apparentemente ingenua…

Da non perdere: diventa fan della nostra pagina Facebook su Un posto al sole. Ecco l’indirizzo: https://www.facebook.com/unpostoalsolesutvsoap/

Attenzione: hai TELEGRAM sul tuo smartphone? Allora iscriviti al nostro canale per essere sempre aggiornato su tutte le anticipazioni! Ecco l’indirizzo: http://www.telegram.me/tvsoap.Vi ricordiamo che tutte le notizie sulle anticipazioni di Un posto al sole SONO QUILe trame delle puntate, invece, SONO QUI.

20 Commenti

  1. Niente di nuovo sotto il sole. Playboy gaudente e impenitente + femme fatale = ….. Lo staff di un Posto al Sole ci campa e ci sguazza. Sicuro che la pruriginosità paga (in termini di ascolto).

  2. io volevo mollare causa mancuso, ma ho desistito.. Poi ho lasciato per causa Elena e ferri bis,perché mi faceva veramente schifo, come già anni fa mi aveva fatto, infatti pure allora avevo girato canale… Ma sta storia attuale,mi sa che Sara’quella che mi convincerà a mollare del tutto.. Prima di vederlo sedurre pure bianca boschi o Rossellina, visto che alice la do già per scontata, preferisco passare oltre.. Al posto di sta trama orrenda, si poteva fare qualche scena in più con Sandro e Claudio riappacificati, visto che dopo il casino dell’anno scorso, quando già gli autori se la passavano malissimo, hanno risolto tutto con mezza battuta!

  3. Ma dove siamo arrivati? Un punto così basso non si vedeva da un po.

  4. Io penso questo:
    1)In questi giorni,sto leggendo che gli ascolti si sono abbassati per via dell’estate e dei mondiali di calcio.Io non sono d’accordo.Tutta questa stagione è stata in media sotto i 2 milioni.Forse,si è arrivati a 2 milioni o giù di lì per 2 mesi o poco più in tutto(specie nel periodo del ritorno di Diego.Forse è stata nostalgia per un personaggio che non si vedeva da tanto;anche la storia dei suoi problemi di cuore,secondo me,è stata creata solo per farlo ritornare in scena,ma nulla più,tanto è vero che si è risolto tutto).Allo stato attuale,mi viene da fare una considerazione:il calo per un prodotto che dura veramente da tanto è naturale,ma graduale.Mi spiego meglio:UN POSTO AL SOLE ha perso spettatori(una grossa fetta di pubblico)non gradualmente,ma in un solo colpo.Fino a poco prima dell’estate scorsa,reggeva ancora e costantemente sopra i 2 milioni,tra la fine della scorsa stagione e l’inizio di questa,ha avuto una discesa fortissima.Il mio pensiero è questo:l’anno scorso,gli autori hanno fatto un errore dietro l’altro per quanto riguarda le storie.Ora,anche se vogliono riparare,credo sia tardi.Cioè,gli spettatori,dopo l’estate,potranno di nuovo aumentare,per carità,però ho i miei dubbi.Nella puntata numero 5000,gli attori si sono augurati altre cinquemila puntate,chissà se succederà di questo passo.
    2)Per quanto riguarda Vera-Ferri,sinceramente,all’inizio,io pensavo che lei avrebbe avuto una storia con Alberto,non con Ferri.Comunque,io scommetto che qualche scena “particolare”(anche se non al limite)tra i 2 verrà mostrata(quantomeno baci).Io non so precisamente le età dei 2,credo,però,che si parli di una differenza di età di almeno 30 anni o giù di lì.Anche questa è realtà?sicuramente.Allora,io vorrei dire che anche l’omosessualità è una realtà.Io pretendevo dialoghi degni di questo nome per la storia Sandro-Claudio.Dialoghi che spiegassero quanto non è stato spiegato,perchè nulla è stato spiegato.Peraltro,gli autori non si sono neanche sforzati di trovare un nome alla malattia del padre di Claudio.Alla fine,ci mancava che qualcuno chiedesse a Claudio:scusa,ma come è morto tuo padre?e lui:di malattia.E questo qualcuno:si,ma il nome?e Claudio:la malattia si chiama malattia.Cioè,veramente,ridicolizzato tutto e questa storia e questo personaggio non meritavano questo.Noi abbiamo assistito ad una scena dove Sandro diceva a Serena che lui e Claudio avevano parlato a lungo della malattia del padre,ma quando?ancora ad un’altra scena dove Claudio diceva a Sandro che lui gli aveva spiegato il perchè di quanto successo con Serena,ma quando?lo sanno loro.Inoltre,mi vengono da fare atre considerazioni sulla questione:
    -La scorsa estate,durante la messa in scena della storia,lessi un articolo,nel quale si diceva che con questa storia UN POSTO AL SOLE era al passo con i tempi,perchè stava rappresentando la realtà della bisessualità.Ora,io vorrei chiedere agli autori:avete cambiato idea?dico questo,perchè nella scena dello smascheramento di Sandro nei confronti di Alberto,Sandro parla di Claudio dicendo che è omosessuale.
    -Alla fine di tutta questa storia,da una parte,ci sono i personaggi di Sandro e Serena,i quali hanno affermato che Claudio si è comportato in questo modo a causa della malattia e,poi,morte del padre,dall’altra,c’è Filippo,il quale ha affermato che Claudio ha fatto i capricci.Io,quest’ultima cosa,l’avrei evitata.Cioè,se veramente UN POSTO AL SOLE rispecchia la realtà,io mi chiedo:se qualche omosessuale,paradossalmente,abbia vissuto questo periodo di confusione per un suo problema familiare,credo si sia sentito offeso nel sentire le parole pronunciate dal personaggio di Filippo.Tutto gestito malissimo,perchè doveva essere raccontato altro.A questo proposito,prendo spunto da una cosa che ha detto in una intervista l’attore Marco Basile(Luca Grimaldi).In pratica,lui ha detto che,essendo una soap,per via dei tempi, i temi vengono “lanciati”,affinchè se ne parli.Io su questo posso anche essere d’accordo,ma nel lanciare i temi,è necessario lanciarli in maniera corretta.Mi spiego meglio:nel caso della storia di Claudio,anche se la storia doveva durare un mese e mezzo,per come questa è stata impostata,era obbligatorio,necessario focalizzarsi sul rapporto genitori-figlio(quantomeno madre-figlio,visto che Claudio è con lei che si è relazionato,a telefono,ecc)e non sull’attrazione per una lei.Questo è stato il grandissimo errore,perchè è stata una storia “vuota”,”inconsistente”,non ha spiegato nulla,neanche in questa terza fase.In questo ultimo ritorno,in pratica,i vari personaggi hanno parlato,aperto la bocca,ma non hanno detto nulla.
    Detto questo,comunque,noto che,quando si vuole,i genitori vengono mostrati:qualche settimana fa,quelli di Nadia(per più di una scena e,poi,per fare cosa?siparietti con la figlia e Renato),da questa settimana,i genitori di Susanna.In entrambe le storie,peraltro,sono stati presi 4 attori,che sono attori(anche i genitori di Nadia sono attori e non comparse,per curiosità,ho controllato su internet).Per come è stata impostata tutta la vicenda,io mi limito a dire che è troppo facile sparare a zero sul personaggio di Claudio,come leggo,nonostante lui abbia sbagliato.Ripeto,il personaggio meritava e merita di più e noi meritavamo di capire finalmente la sua storia familiare.Una volta Serena disse a Sandro che Claudio aveva dinamiche familiari molto diverse dalle sue.Quindi?dove stanno?quali sono?abbiamo capito e capiamo le dinamiche familiari di Sandro,Vittorio,Rossella,Patrizio,Anita,Niko,Ugo(quando ci fu tutta la storia del padre),ora,capiremo le dinamiche familiari di Susanna.Manca solo Beatrice(ma,in questo caso,non si è mai costruita una storia incentrata sulla sua famiglia).E di Claudio?l’anno scorso,la storia era focalizzata sulla sua famiglia e se ne sono fregati,delusione su tutta la linea.

  5. Ah!ovviamente,anche io mi eviterei questa storia tra Ferri e Vera,penso si sia capito.Peraltro,lui ha avuto problemi di cuore,se non li avesse avuti?ora che farebbe?mah!peggio di uno giovane e in ottima salute.Per inciso,poiché UN POSTO AL SOLE dice di rappresentare la realtá,i medici,a chi ha avuto problemi di cuore,consigliano di evitare sforzi,emozioni forti,ecc,ecc,almeno da quanto ho sentito.Oppure a Ferri hanno trapiantato un cuore nuovo?mah!

  6. BAH. Possibile che per creare dinamiche debbano tutte finire nel letto di Ferri? Proprio non viene in mente altro? Ok, questa Vera è furba e ambigua…non potevano sviluppare queste sue caratteristiche in un altro modo? Io capisco il binomio sesso e potere, ma qui siamo alla ripetizione della ripetizione al quadrato…

  7. Fred ha ragione! Dateci tregua con i cantieri….

  8. Ciao, Maria! Totalmente, o quasi, d’accordo con te e ne spiego i motivi1) Il calo degli ascolti, evidente a chiunque, e’iniziato nel periodo da te menzionato, ma ha una genesi lontana nel tempo:come scrissi gia’lo scorso anno, il tempo passa anche per i personaggi, e cio’che era accettabile sino a qualche anno fa, risulta oggi stucchevole. Mi riferisco a svariati personaggi, ovviamente:Angela e Franco,50 anni lui, quasi 40 lei, ancora coabitano con mamma’, la quale tutto vede e provvede e non si muove foglia che lei non voglia; lo stesso dicasi di Niko, tanto bravo ragazzo, ma , a parte il lavoro e l’accudimento serale del figlioletto, altro non fa e ben diverso sarebbe stato lo scatto di maturita’, se avesse deciso di andare a vivere con Susanna! (Motivi di budget, ma pessimo messaggio) Stendo un velo pietoso su Renato che, dopo il pensionamento, nulla fa, eccetto che farsi accudire e servire da Nadia , preferibilmente sul divano, non sia mai che si debba uscire, se non per fare la spesa; mi dispiace davvero per l’attore, per il quale poteva essere studiato un ruolo piu’incisivo, come quando lavorava ai cantieri 3) Non voglio spendere parole per Guido che non sopporto piu’nel suo costante ondivagare di sentimenti, ma e’unicamente funzionale allo splendido Vittorio, ma nulla piu’, per non parlare di Cinzia! 4) Michele Saviani, forse, e’tornato, finalmente, nel suo ruolo di grande giornalista, ed era ora, per la miseria! 5) E’in atto la redenzione, se non la santificazione di Elena e poco conta il furto del quadro ei suoi amplessi con Ferri, dopo che per anni, ne ha spsrlato, in lungo e in largo6) Non sopporto piu’i siparietti, l’ultimo dei quali (la presunta amante di Nicotera, penoso) 7) Cantieri:giusto inserire nuovi personaggi, meno giusto e logico che Ferri non se ne perda una, in questo caso, zia e nipote8) Felicissima per il ritorno insieme di Sandro e Claudio, molto delusa per la modalita’senza spiegazioni approfondite della crisi di Claudio, sebbene, quando due persone si sono lasciate ma resiste un forte sentimento reciproco, poco tempo loro impiegano a tornare insieme.Le parole di Filippo, per me, sono state vanificate da tutto il castello di bugie montato per moglie e fratello, che ha reso Filippo persona abilissima nel mentire, al bisogno. La crisi di Claudio comincio’l’anno scorso, al suo rientro forzato in famiglia, quando non seppe reggere il duplice ruolo di figlio etero,legato al padre, di giorno e compagno gay del suo ragazzo, la sera, scegliendo inconsciamente, di essere etero, facilitato dall’avere a disposizione una casa, una donna, una figlia, il maschio (Filippo) sparito, dissolto.Non so quanti, tra il pubblico, abbiano colto questo fraintendimento, ma ricordo che Claudio lo disse a Sandro quando espresse quella che era stata la sua speranza, cioe’che, almeno poco prima della fine, suo padre lo potesse capire ed accettare.Quando Alessio Chiodini scrisse il post di” arrivederci”, furono quasi mille i commenti di dispiacere e non ho avuto la sensazione di condanna e di rifiuto del personaggio di Claudio:correggimi se sbaglio.Concludo:secondo me, e’in atto un’infornata di new entries, allo scopo di dare nuova linfa alla” soap”; credo anche che Vittorio entrera’in sigla e forse non sara’il solo.Credo che, stavolta, rivedremo Claudio e Sandro non certo tra breve e spero tanto che Sandro torni al teatro, come giustamente auspica l’attore che lo interpreta e, al contrario di svariate persone, io ho visto positivamente il suo staccarsi dai cantieri, anche a livello finanziario:ora Sandro non e’piu’vincolato a quella che le anticipazioni hanno definito, per le trame future” una polveriera”.

  9. A proposito delle dinamiche familiari di Claudio, ho dimenticato alcuni elementi importanti, il primo dei quali risale a tre anni fa, quando Claudio si reco’a casa di Sandro :rimasi molto colpita dal coraggio spavaldo del ragazzo e solo dopo la trama-farsa della scorsa estate compresi che, contrastando Ferri, Claudio stava tenendo testa a suo padre, la qual cosa, nella realta’, lui non era stato in grado di fare.2) Probabilmente, le dinamiche familiari diverse di Claudio, intese da Serena, consistevano nel fatto che Claudio, fino all’adolescenza, aveva avuto un ottimo rapporto con suo padre, al contrario di Sandro e quindi non aveva cuore di deluderlo e, inconsciamente, di fronte ad una malattia (mai chiarita) rivelatasi grave, avra’deciso di aderire al modello di figlio desiderato dal genitore, quasi a scongiurarne la morte.Come Claudio stesso disse a Sandro:” Non esiste figlio che voglia deludere suo padre” Beh, questo e’un parere personale e rivela una certa sudditanza del figlio che usa questi termini.Concludo:quando Serena disse a Sandro e Filippo, l’anno scorso:” E’successo tutto nella sua testa”, disse la verita’, e la situazione tutta venutasi a creare, se vogliamo, rivelava un Claudio esagitato, quasi fuori di testa.Ovviamente, tutto questo l’ho dedotto riflettendo sulla situazione, ma e’stato reso malissimo sullo schermo.Solo un elemento, come gia’scrissi, ho trovato azzeccato:non mostrare mai il volto di questo padre, il quale, infatti, non voleva essere un preciso individuo, ma un archetipo.

  10. In risposta ai vari punti:
    1)Come già dissi qualche tempo fa,ormai,per me,Angela e Franco sono indigesti,sparissero,mi farebbe solo piacere.Mi spiego meglio:io non “odio” la coppia,credo,però,che abbiano fatto ampiamente il loro tempo.Come già dissi,qualche anno fa,era una occasione d’oro farli uscire definitivamente di scena,in pratica,quando partirono sotto copertura con Nunzio,invece…
    2)Anche questo ho già detto:a me dispiace tantissimo per l’interprete di Renato(il mio preferito ad UN POSTO AL SOLE),credibilissmo sempre.Peró non ha più un ruolo degno della sua bravura.Ripeto,ci sono tanti altri bravi attori nella soap,lui,però,é il mio preferito è mi dispiace non vederlo valorizzato.
    3)Anche a me piace vedere Michele fare il giornalista,io,però,lo preferivo al giornale,semplice questione di gusti.
    4)Tasto Guido:io ho sempre trovato Guido “inconsistente”,non so come spiegare,questa volta,però,lo hanno rovinato.Sì é comportato malissimo.Credo che la storia della sua crisi con Mariella sia stata messa su,perché l’attrice era incinta,quindi,per inserire la questione della gravidanza,poi,non lo so come andrà a finire.Certo,Guido é stato rovinato,ormai,provo proprio fastidio nel vederlo.
    5)Elena,altro personaggio,per me,da eliminare.Quando é stata introdotta la storia delle molestie sul lavoro,mi aveva interessato,in quanto attuale,poi,però,credo sia stata gestita male,cioé,si é dispersa nei meandri,anche questa doveva essere gestita diversamente e essere più incisiva,anche se non é ancora finita.Elena,sinceramente,mi é sempre stata indifferente come personaggio,l’unica volta che mi ha incuriosito é quando ebbe quella breve storia con il magistrato Sassi,credo si chiamasse così,se ricordo bene.Ora,sta ritornando in prima linea anche per la storia di Alice,quindi,credo che rimarrà piuttosto a lungo(per inciso,in tutta questa storia,noto con piacere un minimo di reazione da parte di Andrea nei confronti di Alice,era ora anche per il personaggio,da anni,ormai,mal sfruttato,anzi,per niente sfruttato).
    6)Versante Filippo:attualmente,é la storia che voglio vedere,insieme a quella dei Cantieri,dove va a parare.Credo che il personaggio di Filippo scenderá ancora di più agli inferi,anche perché la storia hanno detto che é lunga.Anche per Filippo é arrivato il momento di capire che nessuno é perfetto.Insomma,la riconciliazione tra lui e la moglie,qualche settimana fa,credo sia stata solo la quiete prima della tempesta.
    7)Versante Viola:anche lei,credo,abbia fatto il suo tempo.É vero che si é trasferita a Torino,ma l’attrice é sempre nei dintorni,quindi,credo,anche se per poco ogni volta,dovremo sopportare il personaggio ancora e ancora…
    8)Cantieri:probabilissimo che la protagonista futura,in questo caso,sia Vera e non più Veronica,quindi,che Veronica venga uccisa(da chi?;peraltro, all’inizio,seppur in circostanze diverse,io già avevo ipotizzato una sua eventuale morte.Una sua eventuale morte farebbe di fratello e nipote i futuri protagonisti,in questo campo, anche perché,se Vera avrà una storia con Ferri,credo che Valerio non fará più da sfondo,come é stato fino ad ora).Sì é capito,insomma,che padre e figlia hanno un rapporto/non rapporto di padre-figlia che,credo,dovrà essere affrontato.Voglio aggiungere una cosa:per quanto cattivo,io mi sono stancata di vedere Alberto fare la parte del fallito e del fesso.Spero sia in serbo qualcosa di diverso per lui.
    9)Sandro-Claudio:io ho detto che si spara a zero su Claudio perché,durante la loro storia,é stato etichettato come opportunista,non sincero con Sandro,che attua sempre colpi di testa,come questo ultimo con Serena.Per questo ho detto che é facile sparare a zero sul personaggio,semplicemente per come la storia é stata impostata.Ripeto,se fosse stata gestita diversamente (e doveva essere fatto ciò),seppur sbagliando,Claudio sarebbe stato capito di più.Purtroppo,gli autori hanno pensato a questa storia come “riempitivo estivo” e ai genitori di questo ragazzo solo come “optional” da nominare e non come ruoli principali insieme al figlio.L’anno scorso,loro meritavano di essere i protagonisti della faccenda,comunque…sicuramente, é stata una grandissima occasione persa per far capire tante cose.
    Sinceramente,a questo proposito, voglio dire una cosa:in futuro,sperando in un loro,anche se lontano ritorno, io vorrei finalmente vederli affrontare un problema,qualcosa,insomma,insieme (qualsiasi,anche difficile),come qualsiasi altra coppia.Cioé,ormai,sono passati 4 anni.Fino ad ora,abbiamo assistito a trame sempre inerenti all’accettazione della loro condizione da parte della famiglia.Credo sia arrivato il momento di vederli gestire un problema,qualcosa,insomma,come qualsiasi altra coppia,altrimenti,si resta sempre fermi ad uno stesso punto.
    Anche a me piace l’idea che Sandro non abbia più a che fare con i Cantieri,anche perché io non ho mai pensato che fosse adatto a quel tipo di mondo,pur essendone il propietArio. E spero non ci abbia più a che fare,per questo c’é già Filippo.Credo che,in futuro, ci ritornerà.Comunque,per qualsiasi cosa,io spero che gli autori,con questa tematica,in futuro,non sbaglino e stiano attenti a quello che fanno.Altrimenti,io rinuncerei.Averli,eventualmente,fatti riconciliare per niente,sarebbe un altro errore e presa in giro.Comunque,attendiamo…

  11. Tutto giusto quanto detto,però tutta la situazione non é che é stata resa malissimo sullo schermo,non é stata resa proprio,la cosa é diversa.Tempo fa,io già lo dissi,se gli autori avessero voluto,avrebbero potuto creare una super storia,sicuramente era una storia con un grandissimo potenziale.Dire che é stato un peccato non averla vista,é dire poco,é un eufemismo.Noi non possiamo fare ipotesi su quelle che,eventualmente,possono essere state le dinamiche familiari di questo ragazzo,non credo sia giusto,meritavamo di vederle,come per qualsiasi altro personaggio,quando si é introdotta la questione della propria famiglia.Altrimenti,come già dissi all’inizio,questo personaggio,per gli autori,non ha mai avuto importanza,é stato solo uno “strumento”.

  12. Due cose di cui mi sono dimenticata:
    1)Ho detto che noi non possiamo fare ipotesi sulle dinamiche familiari di Claudio e credo sia vero,semplicemente perchè,ala fine dei conti,noi abbiamo fatto solo ipotesi,dedotto,immaginato quella che è potuta essere la vita di questo ragazzo sulla base di mezze frasi dette a destra e sinistra nell’arco di questi 3 anni e più.Concretamente,però,non abbiamo visto nulla.Per questo ho detto che era giusto vedere queste dinamiche concretamente,specie se,poi,si è creata l’occasione di vederle con una storia incentrata finalmente sulla sua famiglia.
    2)Quanto detto al primo punto,cioè,il fatto che lo scorso anno la storia doveva essere focalizzata sulla famiglia di Claudio(era necessario),secondo me,viene confermata dalla scena tra Sandro-Serena,in pratica,quando Sandro dice a Serena che Claudio si è comportato così per via della malattia e,poi,morte del padre.Già questa frase,secondo me,prova il fatto che,come già detto tante volte,la storia doveva essere focalizzata sulla famiglia e non sull’attrazione per una lei(secondario,conseguenza).Cioè,se gli autori avessero voluto rappresentare un Claudio che diventava bisessuale naturalmente,senza “motivo”,diciamo così(spero di essermi spiegata),allora,aver incentrato la storia proprio sull’attrazione per una lei,come è stato fatto,era giusto,diciamo così.Poichè,però,come in questo ultimo ritorno,Sandro,parlando con Alberto,dice che Claudio è omosessuale e,parlando con Serena,dice che Claudio ha avuto questa crisi per via della malattia del padre,credo che questo dimostri che la storia doveva focalizzarsi su altro.Poi,per carità,questo è il mio pensiero.Certo,alla luce di quanto successo,come già detto,per quello che c’era in ballo,è stata costruita una storia “vuota,inconsistente,che non ha spiegato nulla”.
    Per inciso,a me è venuta una idea sul perchè,in questo ultimo ritorno,gli autori,in pratica,non abbiano fatto dire nulla ai personaggi,non abbiamo fornito spiegazioni su questa crisi del ragazzo:perchè neanche loro sapevano cosa inventarsi.Mi spiego meglio:l’anno scorso,la storia,per loro, doveva essere solo il “colpo di scena” di un omosessuale che prova attrazione per la cognata del compagno,neanche per una semplice lei.E per portare avanti questo(secondo me,credendo che gli ascolti sarebbero aumentati e avrebbero avuto tante lodi,per fortuna,non è successo),si sono trincerati dietro la malattia del padre del ragazzo,ma non volevano minimamente raccontare la storia familiare di Claudio.Poi,avranno dovuto cambiare le cose in corso,visto quanto è successo.Per questo,ho detto che,eventualmente,d’ora in poi,loro devono stare attenti con questa storia,tematica e,alla luce di quanto successo,specie con il personaggio di Claudio.Comunque,ribadisco,secondo me,loro neanche se ne sono accorti,perchè non era nelle loro intenzioni,che tipo di storia sarebbe potuta uscire fuori,grandissima occasione gettata via.Questo è il mio pensiero,ci mancherebbe.E personaggio-Claudio(molto più interessante di altri),in questa occasione,sfruttato come peggio non si poteva.Peccato.

  13. Scusa, Maria, io, a questo punto, mi sento, in coscienza, di esprimere il mio pensiero, che riguarda il personaggio di Claudio, ma qualsiasi altro.Non conosco le clausole dei contratti degli attori, ma penso, suppongo, che, per quanto riguarda una ” soap”, che entra, ogni sera, nelle case di tanta parte di pubblico, un attore, che non sia una comparsa, ma che entra nel cuore e nella mente del pubblico, suscitando sentimenti che si radicano e che contribuiscono a formare o a plasmare una corrente di pensiero,non sia felice se il suo personaggio viene snaturato, annebbiato al punto da non far capire, se non a chi ” studia” a tavolino, chi sia e cosa lo abbia condotto ad agire nel modo in cui ha agito.Forse, per carita’, sono io a sbagliare, credendo che il ruolo dell’attore sia molto piu’incisivo di quello di un impiegato, di un meccanico o di un parrucchiere, ma sono fermamente convinta che lo e’, prova ne sia il fatto che, spesso, l’attore, fermato per strada, viene chiamato col nome del personaggio e gli viene rimproverato il suo agire,nel suo ruolo, qualora sia stato riprovevole. Scendo in maggiori dettagli:ma lo straordinario Polizzi-Carbonelli, dopo 15 anni di fedele militanza in Upas, possibile non abbia voce in capitolo, nemmeno di striscio, al fine di modificare il suo, ormai prevedibilissimo personaggio, che, invece, potrebbe avere una bella evoluzione, qualora, ad esempio, si innamorasse di Vera, anche se questo dovesse causar gli dolore, delusione e pure costargli, in termini di denaro e prestigio? Gabriele Anagni, per me, e’straordinario, ” buca ” lo schermo come pochi, la voce e’un” canto delle Sirene” e dà vita, con Alessio Chiodini, ad una coppia formidabile e credibile, ben lontana dallo stereotipo di coppia gay che, spesso, si e’vista sullo schermo. Possibile mi chiedo, che non abbia potuto” variare”, seppur di poco, il suo personaggio, al fine di farlo comprendere, oltre che a te e a me, anche al resto del pubblico? Non credo, pero’, che la malattia del padte (non della madre, fatalita’) non abbia avuto importanza nella crisi di Claudio:si sarebbero potuti vedere lui e Serena, spesso, in pausa pranzo assieme, non c’era questo assoluto bisogno dei quotidiani viaggi in treno; inoltre, nella mail che Claudio invio’a Serena era scritto che lui ed il padre parlavano spesso della ragazza ideale, di come avrebbe potuto essere, quindi, il rapporto preferenziale, Claudio lo aveva col padre, pertanto, ancora piu’difficile e’stato, per lui, deluderlo, sul fronte della ” mascolinita’”, oltretutto!Non dimentichiamo, poi, che a Sandro, Claudio disse che, a suo padre (non ai genitori), lui aveva scritto e consegnato una lettera in cui rivelava la sua identita’, lettera alla quale il padre aveva risposto col silenzio:raggelante! Insomma, in questa trama, secondo me, gli autori hanno seminato indizi familiari , come Pollicino sbriciolo’il pezzo di pane, lasciando il pubblico a farsi un’idea.Il personaggio di Claudio, pero’ha un tale carisma, una tale carica di personalita’, che al solo apparire focalizza l’attenzione dello spettatore e spero fortemente che il suo ruolo futuro, insieme a quello di Sandro, sia sempre piu’incisivo.

  14. Io sono d’accordo su quanto scritto.Infatti,io ho fatto solo delle ipotesi per cercare di capire il perché gli autori abbiano voluto impostare questa storia in questo modo l’estate scorsa e il perché,poi,non abbiano costruito neanche una spiegazione decente adesso,nell’ultimo ritorno.Ho detto che la storia aveva un potenziale altissimo perché Claudio, avendo dinamiche familiari diverse da quelle di Sandro,se la storia fosse stata resa televisiva mente, si sarebbe creata una storia che avrebbe potuto far capire tanto a tanti,visto quanto é difficile per le persone omosessuali farsi accettare dalla societá e dalla famiglia.
    Dico questo,anche perché vedere concretamente rappresentata in tv una storia del genere può essere importante.In questo caso,é proprio mancata la rappresentazione della dinamica familiare di questo ragazzo.Aver sentito qualche frase sulla sua famiglia da terze persone non basta,anche perché il rapporto padre-figlio,nel caso di Claudio,era molto diverso dal rapporto padre-figlio,nel caso di Sandro.Erano 2 tipologie di storie assolutamente diverse,quindi,nel caso,non si sarebbe neanche rischiato di ripetere la stessa storia.Ovviamente,in questo caso,nessuno pretendeva che la storia dovesse durare 1 anno,come nella prima parte,non era necessario.Ma io più ripenso a quello che poteva uscire fuori,più credo che sia stato un peccato,perché tanti ragazzi hanno/non hanno il rapporto che Claudio aveva/ha con i genitori.Per questo,dico che,la scorsa estate,i protagonisti erano loro,indipendentemente dal personaggio di Sandro.
    Comunque,anche io,per il futuro,spero che i 2 ragazzi abbiano sempre più peso(ripeto,per me,rappresentano una delle coppie migliori mai passate).Ripeto,i messaggi bisogna lanciarli, ma in maniera corretta.

  15. Due cose:
    1)Quando Sandro andò a casa di Claudio,scoprì che lui non aveva detto nulla ai genitori della sua omosessualitá,tanto é vero che loro pensavano che il figlio avesse una ragazza.In più,mi ricordo la conversazione telefonica dei 2 ragazzi,nella quale Claudio era furioso con Sandro,perché lo aveva messo nei casini con i genitori.Quindi,l’episodio della lettera non sará vero o forse Claudio l’avrà anche scritta,ma non l’avrà mai consegnata per mancanza di coraggio.Questa é una altra cosa non chiarita.
    2)La storia poteva essere resa televisiva mente in tanti modi per quanto riguarda la famiglia del ragazzo.Prendendo spunto dalla storia di Anita,si potevano anche mostrare ricordi di Claudio (bambino)e suo padre (giovane),quindi,non mostrarlo per quello che lui era adesso, è costruire specifici dialoghi per cercare di far capire come questo ragazzo é cresciuto in famiglia,prima di essersi effettivamente allontanato di casa.Non lo so,ripeto,c’erano altri modi per impostare il tutto.Sebbene la figura dominante per il ragazzo fosse il padre,Claudio disse a Serena che anche la madre si vergognava di lui.Insomma,evidentemente,lui sapeva che i genitori speravano che,in futuro,il figlio trovasse una brava ragazza e si sistemasse e,quindi,lui non ha mai avuto il coraggio di rivelare quello che lui é.Tutta questa dinamica,però,poteva essere costruita,resa,fatta vedere in qualche modo,era importante.La tv,in fondo,servè a questo,a inviare,mostrare specifiche cose importanti.Non solo scene discutibili e viste miliardi di volte.
    Un’ultima cosa:neanche da questo ultimo ritorno é stato chiarito ciò:ora i rapporti tra Claudio e la madre come sono?cioé,la madre accetta il figlio per quello che é?é vero che il ragazzo sperava che il padre lo potesse capire,ma anche la madre non credeva che il figlio avesse un fidanzato e,quindi,era contenta di sapere che lui avesse trovato una ragazza.Quindi?ora come sono rimasti?cioé,questa madre che tipo di rapporto ha con il figlio?era anche lei “succube” dell’influenza del marito,per questo,per riflesso,sperava che il figlio trovasse una brava ragazza?c’erano tanti spunti da cui poter partire e su cui concentrarsi,ma non é stato fatto nulla.Il fatto di aver seminato indizi,per poi farsi una idea,come si é detto,secondo me,non basta.Da qualsiasi angolazione si volesse partire,le cose dovevano essere chiare,anche perché non tutti sono bravi a dedurre,ecc,ecc.E,ripeto,rappresentare questo tipo di cose é importante.Insomma,si potevano scegliere tante angolazioni per rappresentare la vicenda(seppur lanciandola),ma non si é scelta nessuna angolazione.La cosa poteva essere rappresentata,resa televisiva mente, eccome,anche con i dovuti limiti,diciamo così.Poi,per carità, questo é un mio pensiero.

  16. Una ultima cosa,mi dispiace,ma non mi ricordo mai tutte le cose che voglio dire in una sola volta:
    l’interprete di Claudio,secondo me,é stato non bravo,bravissimo a far passare quello che doveva passare.Già lo dissi in un commento,noi abbiamo avuto lo stesso attore in scena,ma 2 personaggi opposti,se pensiamo al Claudio prima versione e al Claudio seconda versione.Secondo me,non si trattava di riuscire a variare un po’ per far capire al pubblico. Secondo me, la storia é stata impostata in questo modo ambiguo intenzionalmente e l’attore ha trasmesso tutta questa ambiguità.La bravura di questo interprete é indiscutibile,sicuramente.
    Io non lo so quanto “potere” gli attori abbiano rispetto alle intenzioni degli autori.In passato,però,ho letto interviste di altri attori di UN POSTO AL SOLE,nelle quali dicevano che loro non sempre sono d’accordo con quello che devono portare in scena,ma cercano di trasmettere quella che é l’intenzione degli autori al loro meglio.Per riallacciarmi, quindi,a Gabriele Anagni,lui,in una intervista, disse che non era d’accordo con questa specie di relazione eterosessuale per il suo personaggio,sicuramente,però,ripeto,al reso al meglio tutta quella ambiguità che doveva uscire fuori da quella storia.
    Secondo me,però,vista la tematica e visto cosa ancora può generare,é necessario essere quanto più chiari possibili,poiché non si sa mai chi,in quel momento,guarda la tv e cosa in quel momento quel qualcuno può capire.Questo,ovviamente,vale per qualsiasi tematica,tenendo conto della tipologia di tematica in questione.Per questo,ho detto che disseminare indizi non basta,anche perché come già detto,non tutti siamo bravi a dedurre,ecc,ecc.La rappresentazione visiva,questo per qualsiasi cosa,é di impatto,immediata.E,comunque,la chiarezza prima di tutto.

  17. Volevo precisare una cosa rispetto ai miei commenti precedenti:
    io ho parlato di chiarezza perché,come ho sempre detto,per me,la storia trasmessa questa estate é stata molto confusa,non chiara.Insomma,io stessa ho dei dubbi,a questo punto,se i genitori non sapessero nulla dell’omosessualitá di Claudio,se l’invio della lettera al padre ci sia stato o meno,visto che Sandro,dopo essere andato a casa dei genitori,ha scoperto che Claudio aveva raccontato loro di avere una ragazza, ecc,ecc.
    Gli autori hanno scelto di raccontare la storia, mettendo in risalto quello che non dovevano.
    Se vogliamo,ripensando,come é stato detto,a quanto può essere brutto per un figlio non ricevere nessuna risposta dal proprio padre,dopo avergli confessato la propria omosessualitá,anche la storia di Claudio,al pari di quella di Sandro,anche se per motivi diversi,é tristissima.Ora,partendo da questo punto è per riallacciarmi ai miei ultimi commenti,per questo,ho detto che noi meritavamo di vedere rappresentata in altro modo la storia di questo ragazzo.La mia è una difesa di questo personaggio.Come ho già detto all’inizio,io capisco che venga dato più spazio al personaggio di Sandro,tanto é vero che,nel corso degli anni,già da quando questo personaggio era ragazzino,noi abbiamo avuto modo di affezionarci a lui,perché gli autori ci hanno dato modo di fare ciò.La stessa possibilità, secondo me,meritava il personaggio di Claudio.Nella prima parte,seppur mostrando la sua volubilitá, gli autori ci hanno dato modo di affezionarci a lui,nella seconda parte,la storia,secondo me,doveva essere spiegata in altro modo,in maniera più delicata,non so come spiegare, ovviamente mettendo in risalto altro.Invece,hanno dovuto mostrare un Claudio totalmente diverso,anche verso Sandro.Cioé,per la storia che era,insomma,gli autori potevano risparmiarsi di mostrare una atmosfera(non so quale altra parola usare,spero di essermi spiegata)”ambigua” che,poi,non a caso,nell’ultimo ritorno,ha portato Filippo ad affermare che Claudio ha fatto i capricci e la moglie,proprio in quella stessa scena,ad affermare che il ragazzo si era comportato in modo non limpido.Claudio non doveva essere messo in cattiva luce.La storia poteva e doveva essere raccontata,per me,come é stata raccontata la prima parte, in modo delicato,anche se volevano,poi,arrivare a questa attrazione.Specie,se si pensa,a che tipo di storia,rapporto questo ragazzo aveva con i genitori.Ovviamente,aver fatto tutto alle spalle di Sandro contribuisce ad aver messo Claudio in cattiva luce.Per non parlare di Serena.Insomma,si sono spinti troppo in lá e,ripeto,per il tipo di storia e visto il personaggio che era,non dovevano,ma davvero.
    Gli autori,insomma, hanno mostrato la volubilitá(che contraddistingue Claudio)in maniera più delicata nella prima parte(anche perché,in quel caso,in pratica,quando il ragazzo accettò i soldi di Ferri,nel farlo,mostrava di tenerci a Sandro),nella seconda,in modo totalmente negativo.Questo non dovevano farlo,potevano,anche in questo caso,mostrare la volubilitá di questo ragazzo,come avevano fatto nella prima parte.Anche perché questo personaggio non é cattivo,ma lo hanno mostrato come se lo fosse.
    Un’ultima cosa,ovviamente,non posso essere sicura però,se la cosa fosse stata impostata diversamente (mettendo in risalto altro),forse questa trama dell’estate scorsa sarebbe stata presa quantomeno in considerazione dagli addetti ai lavori.Quest’anno,UN POSTO AL SOLE,per la prima volta,non é stata nominata ai DIVERSITY MEDIA AWARD,come già detto.Ripeto,non posso essere sicura,però il dubbio c’é.

    • Maria, sono d’accordo con te e mi tornano alla mente le parole di Gabriele Anagni, nell ‘intervista rilasciata la scorsa estate, a conclusione della trama in cui era coinvolto; gia’il titolo, a caratteri cubitali, esprimeva il punto focale della storia:’ Col mio Claudio, spero di aver fatto riflettere tanti genitori di ragazzi gay” L’attore non disse:” ragazzi bisessuali” o” ragazzi confusi” e si capiva, come da te scritto, che non condivideva l’evoluzione ambigua e pasticciata del suo personaggio, spiegando che” Claudio, nel rapporto con Serena, ha scambiato empatia con infatuazione”.Condivido pienamente il tuo pensiero, in merito all’enorme impatto che l’immagine televisiva, con musica sapientemente accompagnatoria, ha sullo spettatore, molto piu’di un’intervista scritta su di un giornale,ma, evidentemente, (l’ho notato per altri personaggi) la curiosita’dello spettatore, il suo interesse, vengono sollecitati anche dalla vendita del” cartaceo” che, spesso, contiene qualche particolare delle trame che altrimenti non si verrebbe a sapere.Il personaggio di Claudio e’molto complesso, e quella che tu chiami volubilita’, sinceramente, a me sembra piu’fragilita’, sbandamento, dovuto al fatto che Claudio, uscito di casa giovanissimo, ha dovuto fare da padre e madre a se stesso, come lui disse Serena, e, come ” primodono d’amore”a Sandro, volle regalargli l’autoconsapevolezza, difficile da raggiungere e da accettare, da soli.E chi lo sapeva, meglio di lui? Nella prima parte della storia, Claudio lavorava in un call center, sottopagato,come sappiamo e, perdipiu’con Sandro a carico, un Sandro abituato a ben altro tenore di vita e Ferri, quando si reco’da Claudio per ” sedurlo”, sapeva bene quali tasti suonare per farlo cadere nella sua rete, infatti, esordi’dicendo:” Quanto tempo pensi che possa passare prima che Sandro non ne possa piu’della vita che gli fai fare?” E ancora:” Sandro ha solo 18 anni e a quella eta’si crede che quello che si sta vivendo sia per sempre, ma non e’così! Prima o poi, Sandro ti dira’che non ti ama piu’, tornera’al suo mondo dorato e tu resterai con un pugno di mosche in mano” Poi, Ferri fece la sua offerta che Claudio, riflettendo accetto’, ma, onestamente, non vedo si possa parlare di volubilita’, anche perché Ferri, se ricordi, aveva fatto credere a Claudio, tramite una sua conoscenza, di essere stato scelto per una fiction e, all’ultimo momento, gli venne fatto sapere che cosi’non era! In questa ultima parte di trama, Filippo parla di” capricci”, riferendosi a Claudio, quando gia’aveva messo in piedi il castello di bugie propinate alla moglie e a Viola,a Giulia, dimostrando di non essere piu’il” cavaliere senza macchia e senza paura” che, finora, e’sempre stato.Proprio vero che meglio e’che ognuno guardi a se stesso! In questa ultima trama, e’vero, anch’io mi aspettavo un bel monologo di Claudio,con spiegazione dettagliata dei suoi travagli interiori, dei suoi dubbi, delle sue paure, ma cosi’non e’stato, anche se il dialogo con Sandro, in cui parla della speranza che il padre lo capisse, sentendo vicina la fine, rende molto l’idea di quella che era la realta’della situazione. E anche l’aver detto a Sandro delsuo bisogno di solitudine, seguito alla morte del padre, unito al fatto di aver sempre pensato a Sandro, rivela una profonda crisi, non certo volubilita’! Un’ultima cosa:io sono convinta che le velenose frasi di Ferri dette a Claudio per indurlo a partire, avessero attecchito nell’animo del ragazzo e, in fondo in fondo, Claudio temesse che, prima o poi, Sandro sarebbe tornato nel ” branco” dei suoi pari, dopo averlo usato, inconsciamente, ovvio, comr” esperimento”. Per me, solo adesso, dopo aver saputo quanto Sandro ha sofferto e rischiato (scissione), Claudio ha consapevolezza di quanto sia profondo, per lui, l’amore di Sandro.

  18. Anche a me, vengono in mente le cose a rate, non una dopo l’altra! In tutti gli anni di insegnamento, dopo tutte le confidenze dei miei studenti, posso affermare che nessuna-o di loro, mai, ha avuto problemi a rivelare la propria inclinazione sessuale alla madre, sempre al padre e qui mi fermo, altrimenti si darebbe inizio ad una discussione senza fine.Posso anche affermare che, grazie a Dio, esistono gia’ genitori a cui poco importa i’inclinazione sessuale dei figli, ma sono rarissimi, ed e’sempre il padre, sia per maschi che per femmine, la figura genitoriale dominante, della quale si teme la reazione e della quale,a dispetto dell’apparenza di sicurezza, si ha bisogno , nel senso di accettazione, appoggio, amore.Del resto, Upas stesso sta convalidando questa mie affermazioni, avendoci presentato, ieri, l’altro ieri, i genitori di Susanna, il padre della quale, colonnello, gia’al suo primo affacciarsi in casa d’altri, domina, sentenzia, critica e nessuno dei presenti osa ribattere, men che meno la figlia che, anzi, alla vista del padre, si affretta a raccogliersi i capelli, con coda bassa, a dispetto delle parole di Niko, il quale la preferisce con capelli sciolti:sono senza parole! Non poteva essere costruita una trama a ruoli inversi? La madre dominante (in stile Viscardiano) e il padre colto, amante dell’arte, della letteratura? No, meglio lo stereotipo contrario! Per tal motivo, ma non solo, io sono sicura che la madre di Claudio accettera’, di buon grado, l’omosessualita’di suo figlio, per non perdere, innanzitutto, l’affetto dell’unico suo pargolo e, poi, perché non piu’in coppia col marito, del quale, a sensazione mia, sara’sempre stata un po’succube, ma, ora, sola, e quindi libera di esprimere anche nel comportamento quotidiano, atteggiamenti e opinioni per i quali avrebbe dovuto battaglia re e scontrarsi, di continuo, con il marito-re.Non dimentichiamo, poi, che Claudio e’, ora, un attore affermato, ed anche questo ho notato:al figlio” vincente” si perdona di tutto e di piu’.

  19. Mi e’venuto in mente un altro tassello; quando Sandro, l’anno scorso, si reco’a teatro, per assistere all’ultima prova dello spettacolo di Claudio, disse a Setena:” Da quando e’tornato in famiglia, Claudio non e’piu’il gay fiero e orgoglioso che era” E’una frase estremamente significativa e porta nella direzione di cui abbiamo gia’ampiamente discusso; certo, poteva essere trasposto in video molto di piu’, ma e’stata, comunque, una frase tristemente esplicativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *