Home | UNA VITA trame puntate | UNA VITA, anticipazioni puntata del 13 luglio 2019 su Rete 4 (prime time)

UNA VITA, anticipazioni puntata del 13 luglio 2019 su Rete 4 (prime time)

RIERA e CARMEN di Una vita / Foto copyright: MEDIASET e BOOMERANG TV
RIERA e CARMEN di Una vita / Foto copyright: MEDIASET e BOOMERANG TV

Anticipazioni puntata 764 e 765 di Una vita di sabato 13 luglio 2019 (ore 21,30 su Rete 4):

Diego inizia a capire come nel parto di Blanca ci sia qualcosa di strano e intende parlarne con lei. Peña convince Flora a baciarlo sulla guancia; Paquito li vede, ma promette che non lo dirà a nessuno. Cristina Novoa incontra le vicine (anche Carmen) e mette in loro un gran senso di colpa; poco dopo, infatti, sia Carmen con Riera e sia Celia con Felipe appaiono fredde e distaccate. Silvia, Esteban e Arturo sono in procinto di scegliere i nomi dei prigionieri che saranno liberati.

Felipe cerca di capire il motivo dell’improvvisa freddezza di Celia e scopre che lei si è vista con Cristina. Quest’ultima, su ordine di Ursula, incontra anche Susana e, utilizzando la solita tecnica, la fa piangere.

Flora svela a Peña di averlo avvelenato per sbaglio ma lui dice di aver buttato la torta perché era immangiabile; a quel punto lei strappa di mano all’uomo il taccuino con tutti i suoi ritratti; lusingata, lo bacia sulla guancia e Paquito li vede.

Riera dice a Carmen che è pronto a usare le informazioni sul passato di Ursula per distruggerla, se dovesse fare del male alla domestica; lei lo bacia. Diego racconta a Blanca di tutti i suoi sospetti sul parto e sulle fasi successive, ma lei lo caccia. Samuel, obbedendo a Ursula, suggerisce al fratello di far rinchiudere Blanca in una clinica di igiene mentale…

Da non perdere: diventa fan della nostra pagina Facebook su Una vita, del nostro account Instagram e del nostro canale Telegram per essere sempre aggiornato su tutte le anticipazioni!

Vi ricordiamo che tutte le notizie sulle anticipazioni italiane e spagnole di Una vita SONO QUI. Le trame delle puntate, invece, SONO QUI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *